Stanforth Bikes Best for Touring

Cycloscope are proud users of the best touring bikes in the world

bicycle touring korea

A Korean traditional house in the Suwon area

Dopo aver trascorso un po’ di tempo ad Incheon, le isole vicine e Seul, iniziamo finalmente il nostro viaggio in bicicletta in Corea del Sud. Dopo aver sentito che non c’é niente di speciale da vedere lungo la costa Ovest decidiamo di andare a vedere di persona se é vero

Questo articolo é parte della nostra lunga serie di racconti sul cicloturismo in Sud Corea, qui raccontiamo i 200km di pedalata da Seul a Boryeong.

Abbiamo speso due mesi pedalando il Sud Corea, fuori dai percorsi turistici, e ci é piaciuto moltissimo. Qui trovate qualche suggerimento su come viaggiare in Sud Corea in modo molto economico (meno di 10$ al giorno).

22 Luglio 2015 – uscire da Seul pedalando (49.6km)
Finalmente si parte, non ne potevamo più di dover correre con treni e traghetti!
3 mesi di visto per vedere uno stato grande come Pechino e provincia é meraviglioso!
Riprendiamo la ciclabile lungo il fiume Han che ci porta fino alla città di Suwon. Siamo velocemente fuori da Seul senza mai doverci infilare nel traffico.
Questo percorso sembra un mondo parallelo, con i suoi abitanti e i suoi ritmi. Una decina di chilometri prima di Suwon incontriamo un ciclista coreano, qui il ciclismo sembra andare molto di moda anche per via della possibilità di praticarlo anche in città. Parla inglese e ci fa un sacco di domande, ci porta sotto un ponte dove ci sono altri ciclisti che ci offrono dei biscotti. Uno di loro sta andando a Suwon e ci “scorta” fino alla meta. Una volta arrivati ci fermiamo a mangiare qualcosa, il nostro amico ci compra pastarelle, gelati e caffé e poi ci regala 10.000 won (10 euro).  Mi piacciono i coreani!  
mi piacciono i coreani

uno dei tanti gazebi che si trovano ovunque in Corea. Campeggio di lusso.

Ci fa vedere le foto di quando era giovane con la sua bici da corsa. Le foto sembrano parecchio vecchie ma lui no. Probabilmente ha molti più anni di quelli che dimostra.

Da Seul a qui non siamo mai usciti dall’area urbana, una sessantina di chilometri, la città sembra infinitaa. Vediamo i primi campi coltivati a peperoncino ma siamo ancora in città. Il peperoncino però é ovunque, se ne hanno la possibilità lo coltivano dappertutto, in terrazza, nell’atrio dei palazzi, nelle aiule in città. In cucina il peperoncino é onnipresente quindi ne serve tanto.

Cerchiamo un posto per dormire, il nostro gps afferma che tra una decina di chilometri c’é un laghetto. Ci arriviamo, é vicino ad un paese ed é abbastanza desolato, a riva ci sono un sacco di pesci morti per non sappiamo quale motivo.

Decidiamo di provare ad andare dall’altro lato del laghetto per vedere se la situazione é migliore. Infilandoci tra le casette troviamo un sentiero che porta ad un sentiero sul lago, piantiamo lì la tenda con vista lago. Siamo un po’ più in alto rispetto al lago e i pesci morti non si vedono, da qui sembra un bellissimo posto.

Il bagno che tanto sognavamo però, non si può fare. Così ci dice un uomo che si trova vicino alla riva del lago…certo che non era molto invitante.
Mangiamo ma é pieno di zanzare tigri moleste, dobbiamo al più presto comprare uno zampirone!

cicloturismo Sud Corea

palestre pubbliche coreane, questo attrezzo é stato da noi nominato “spaccacosce”

23 Luglio, 2015 – Spaccacosce e campeggio libero (53.2km)

Oggi piove, finalmente siamo in campagna. Campi di peperoncino e soia e risaie. Verso le 18 piove ancora e sempre più forte, troviamo rifugio per dormire in uno dei tanti gazebi di legno. Questo é vista lago e dentro un parchetto con attrezzi ginnici, per la prima volta proviamo l’attrezzo spacca cosce. Ce ne innamoriamo!

Questo é vista lago e dentro un parchetto con attrezzi ginnici, per la prima volta proviamo l’attrezzo spacca cosce. Ce ne innamoriamo! Un signore hce era lì con l’autobus ( siamo vicino ad un parcheggio) viene a regalarci uno zampirone che ci salva la serata. A me piacciono i coreani!

cibo Coreano Suwon

tipico pasto in Corea

24 Luglio, 2015 – cibo gratis, campeggio gratis (42.6km)

Continua a piovere. Stiamo nel gazebino a poltrire fino a mezzogiorno ascoltando la radio coreana. Appena partiti un tizio in macchina ci ferma e ci porta a pranzo. A me piacciono i coreani!

Ordina porco, zuppetta con tofu e polipetti, insalata e riso. Scrive i nostri nomi in coreano, dice che va spesso in Italia.He writes our names in Korean, he says he’s often in Italy for holidays. Lui fa il contadino, dice, ma non sembra proprio, ha le mani da impiegato di banca ed é vestito elegante. Forse é il proprietario della terra.

Riprendiamo la strada che però é uno stradone. Arriviamo sulla riva di un altro lago, compriamo delle uova soda e ci facciamo riempire le bottiglie d’acqua da una sciura con immancabile permanente sorpresa di vedere due strambi occidentali nel suo minimarket.

ualche chilometro dopo vediamo il cartello “campsite”, si tratta di un’area attrezzata per le tende, c’é la copertura, i tavoli, i bagni e pure il free wifi…tutto gratis. A me piacciono i coreani!

Appena arrivati poi la pioggia si fa più intensa e avere un riparo fa piacere. E naturalmente, dei coreani vicini di tenda ci offrono prontamente la cena. A me piacciono i coreani! Kimchi, funghi buffi alla piastra,riso con maiale alla piastra, riso con kimchi, soju e birra.

Il lago si chiama Yedang Reservoir e queste sono le coordinate GPS coordinates: 36.635998, 126.799498


Su questo laghetto e anche su quelli incontrati in precedenza ci sono delle simpatiche casette galleggianti che credo vengano usate per pescare. Se avete visto il film di Kim Ki Duk, the Isle, sapete di cosa si tratta.
case galleggianti Corea riserva di Yedang

casette galleggianti nella riserva di Yedang

Dormiamo bene, al risveglio vado in bagno ed incontro un lombrico lungo almeno mezzo metro. Buongiorno.
Nel bagno degli uomini, invece, c’é un tubo che viene utilizzato per sciacquare il pavimento e viene usato da noi per farci la doccia.
Continuiamo a pedalare verso Sud, 54km da Boryeong, per l’ultimo giorno del Boryeong Mud Festival. Un festival che si svolge ogni anno sulla spiaggia dove la gente si ricopre dei salubri fanghi locali e fa cose stupide come la lotta nel fango.

viaggio in bicicletta da Seoul a Boryeong – traccia gpx con profilo altimetrico


street level photo map – explore the road with us

Follow our bicycle adventures

Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media
Disclosure: Some of our articles contain affiliate links, that means we might receive a small percentage compensation if you purchase one of the linked product whitin a ceratin time frame. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.