cycling japan

Cicloturismo in Giappone: il Perfetto Itinerario per Ciclisti e Amanti della Natura

Ultimo aggiornamento:
giappone itinerario
Un perfetto tramonto visto attraverso un Tori, l’entrata di un templio Shinto

Cicloturismo e Bikepacking in Giappone.
Dove Andare, Cosa Vedere e Come
Viaggiare in Giappone Fuori dai Sentieri Battuti.

Hai mai considerato il cicloturismo in Giappone? Il Giappone è uno dei paesi più visitati al mondo e per molte buone ragioni!

La sua cultura iconica, sia antica che moderna, i paesaggi mozzafiato, gli innumerevoli vulcani, le città hi-tech e la costa spesso meravigliosa garantiscono un’esperienza indimenticabile al visitatore.

Il Giappone è anche una destinazione molto adatta ai ciclisti, ideale come itinerario per i principianti del cicloturismo ma anche molto piacevole per cicloturisti esperti.

Pedalare in Giappone è super sicuro, il campeggio libero è incredibilmente facile, la rete stradale è vasta e ben mantenuta.

Questo articolo è la seconda parte della nostra Guida per viaggiare in economia in Giappone.

Controlla la prima parte su suggerimenti, hack e trucchi per rendere realtà il tuo viaggio da sogno in Giappone.

In questo articolo, daremo consigli generali sul ciclismo in Giappone e ti diremo tutto sul nostro itinerario cicloturistico. Visto che è stato quasi al cento per cento meraviglioso, abbiamo deciso di suggerirlo ai nostri compagni di viaggio.

Questo è stato per noi un viaggio di due mesi, pedalando sempre ma con molta calma, lo stesso itinerario può essere percorso molto più velocemente, se ti piacciono le lunghe giornate in sella o non hai tanto tempo a disposizione.

Per quelli tra voi con un tempo limitato, abbiamo suddiviso il nostro itinerario del Giappone in 9 diverse tappe, che puoi percorrere in autonomia, ovviamente puoi modificare questo percorso per adattarlo al meglio ai tuoi gusti e alle tue esigenze.

I links nell’articolo vi porteranno alla nostra guida completa sul Giappone su ogni particolare destinazione. Se vi va, iscrivetevi al nostro Canale YouTube per vedere i nostri prossimi video di viaggio sul Giappone.

Sotto l’itinerario, forniremo alcuni suggerimenti generali sul cicloturismo in Giappone, se non sei interessato al nostro percorso puoi saltare direttamente alla sezione che stai cercando utilizzando il sommario qui sotto.

La Mappa del Nostro Itinerario in Giappone in Bicicletta

Di seguito la mappa completa del nostro viaggio in bicicletta in Giappone. È la registrazione GPS completa del viaggio, quasi 4000 km di meraviglia.

Fate clic sulla traccia per ottenere il profilo altimetrico, è inoltre possibile utilizzare lo strumento di ricerca per trovare una posizione specifica e visualizzare la traccia GPX di riferimento.

Cicloturismo in Giappone – un Fantastico Itinerario in Bici

Disclosure: Some of our articles contain affiliate links. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running. (as Amazon Associates we earn commission from qualifying purchases)
Itinerario Giappone traccia GPX
clicca per navigare

Cicloturismo in Kyushu

cicloturismo giappone
La strampalata e bella isola di Nagashima, nell’arcipelago di Amakusa

Abbiamo trascorso un mese intero nel Kyushu, percorrendo un po’ più di 900 km a un ritmo molto lento. Possiamo dire di aver visto la maggior parte di questa bellissima isola giapponese.

Il tour in bici del Kyushu è stato probabilmente il momento clou del nostro viaggio in bicicletta in Giappone, non c’è stato un solo giorno senza esclamare “mamma mia che posto incredibile!” Abbiamo programmato il nostro itinerario per vedere i vulcani più attivi e la parte migliore della costa.

Il Kyushu è la terza isola più grande del Giappone, con una superficie totale di 36.782 km2, di dimensioni relativamente ridotte.

Essendo la più meridionale delle grandi isole giapponesi, il suo clima è abbastanza caldo permettendo di essere pedalato tutto l’anno.

Ospita molti vulcani attivi, diverse isole meravigliose, una gola molto panoramica, la città fumante di Beppu e molte spiagge meravigliose.

Percorso 1. Da Fukuoka all’arcipelago di Amakusa – 260 km

cicloturismo in giappone

Abbiamo iniziato il nostro tour in bicicletta in Giappone dalla città portuale di Fukuoka, arrivando in traghetto dalla Corea del Sud. Fukuoka è una città costiera con alcune belle spiagge e un antico castello, ma sicuramente non è stato il momento clou del nostro viaggio.

Da Fukuoka, siamo andati a sud verso Kumamoto attraversando una piccola serie di lussureggianti colline verdi. Qui abbiamo dovuto affrontare un po’ di traffico e un lungo tunnel, purtroppo questa è una delle aree più urbanizzate del Kyushu.

Da Kumamoto, abbiamo preso il ponte per l’ Isola di Amakusa, uno spettacolare arcipelago nel mare di Ariake (il grande golfo del Kyushu occidentale), per lo più collegato da ponti. Panorami mozzafiato, strade tranquille e alcune belle spiagge con acqua cristallina.

Il paesaggio di questo arcipelago è in continua evoluzione, colline ricoperte da rigogliose foreste, scogliere e mare spumeggiante, spiagge di ogni genere, piccoli villaggi di pescatori, piccoli porti e tanti santuari shintoisti.

Molti uccelli rapaci, poiane, aquile e falchi, volteggiano sopra le nostre teste. Il bello è che queste isole non sono affatto turistiche, abbiamo persino nuotato nudi da una spiaggia di ciottoli!

L’intero giro dell’isola, lungo il percorso che abbiamo fatto, è di circa 140 km, prevalentemente pianeggianti con qualche leggero saliscendi.

Per tornare alla “terraferma” del Kyushu dovrai prendere un breve traghetto per l’isola di Nagashima, un altro posto fantastico e mistico.

Leggi il nostro articolo completo su Amakusa e Nagashima.

Percorso 2. Acne e Mt. Kirishima Kiashima Ando Sakurajima ー 165km

cicloturismo in giappone

Da Akune consigliamo assolutamente di prendere la strada costiera, panorami spettacolari e spiagge dorate con scogliere panoramiche.

Quindi attraversate la città di Kagoshima, chiamata la Napoli del Giappone per la sua vista sul Vulcano Sakurajima che ricorda il famoso Vesuvio.

Ci sono traghetti ogni ora che collegano l’isola alla base del vulcano, che non è alto ma molto bello. Puoi pedalare tutto attorno al vulcano, ammirando paesaggi di pietra lavica e mare. Una breve salita ti porterà al punto panoramico più in alto.

Anche pedalare lungo la baia di Kagoshima è molto bello, dirigendosi verso Kirishima, dove inizia la salita alla catena montuosa vulcanica.

Una bella salita fino a 1000 msl con molta ombra e acqua. Individuiamo qui l’unica onsen selvaggia (sorgente calda) che abbiamo visto in Giappone in tre mesi, così calda che sembra di essere su un altro pianeta.

Abbiamo camminato sul Vulcano Shimonoedake ed il Lago Onami, ne vale assolutamente la pena.

Potete leggere qui il nostro dettagliato diario di viaggio

Percorso 3. Miyazaki East Coast e Takachiho Gorge – 280 km

giappone in bicicletta itinerario
Gole di Takachihio

Dall’altopiano di Ebino, dove iniziano le escursioni alla catena vulcanica, la discesa verso la costa è assolutamente meravigliosa.

Una strada a basso traffico (quasi inesistente) tra la foresta e l’idilliaca campagna verso la capitale giapponese del surf Miyazaki, onde lunghe ed enormi spiagge meravigliose, ma non proprio adatte a nuotare.

Da Miyazaki, la strada segue la costa ma non è davvero eccezionale da percorrere in bici. È un’autostrada con traffico intenso, soprattutto vicino alla città.

Raggiungendo la città di Nobeoka sarai pronto per la prossima meraviglia, la strada verso le gole di Takachiho.

Questo è davvero un punto culminante di questo tour in bici in Giappone, certamente non per il punto turistico della gola (che è comunque ad accesso libero) ma per l’itinerario stesso. Qui pedalerai quasi sempre lungo il fiume, con luoghi perfetti per nuotare e fare belle foto.

Percorso 4. Pedalando il Mt. Aso, Taketa, Beppu ed Oita – 170 km

japan bike ride

Dalla città di Takachiho parte un giro interessante ai piedi del Monte. Inoltre, su e giù verso uno dei vulcani più attivi in ​​Giappone. Qui, vicino al cratere, ha avuto luogo una delle storie più tristi della nostra carriera ciclistica.

Il cicloturismo rimane fantastico andando verso Taketa, dove abbiamo visitato un santuario dei mille tori, simile a quello famoso di Kyoto ma molto meno turistico – abbiamo trascorso circa due ore in soggezione.

Sulla strada per Beppu, abbiamo incontrato le nostre prime scimmie, che ci hanno lanciato ghiande dagli alberi. Questa sezione attraversa la foresta tropicale lungo strade tranquille.

Beppu è la città dell’inferno, direttamente dall’Inferno di Dante … in realtà, è un po’ sopravvalutata ma molto interessante immaginare come questo luogo appariva cento anni fa.

Andando a Oita, ci sono alcuni bei tratti di costa, anche se la strada è un po’ trafficata. Oita è trascurabile ma è dove puoi prendere il traghetto per lo Shikoku.


Scopri di più sulle cose migliori da vedere e sul nostro fantastico itinerario cicloturistico nel Kyushu. Ecco anche la mappa dettagliata

Cicloturismo in Giappone: Honshu e Shikoku

cicloturismo in giappone
Gli incredibili colori delle Alpi Giapponesi in Autunno

Il nostro itinerario di bikepacking nelle isole di Shikoku e Honshu non è stato perfetto come la prima parte del nostro itinerario cicloturistico giapponese nel Kyushu, ma quasi. L’unica parte che vorremmo cambiare è la trafficata sezione da Okayama a Osaka.

Se avessimo la possibilità di tornare indietro, pedaleremmo di più in Shikoku e poi prenderemmo il traghetto per Kobe o Nara, o raggiungeremmo la costa settentrionale dell’ Honshu evitando così la maggior parte delle aree urbane.

A parte questo, pensiamo che questo sia un ottimo itinerario per visitare il sud-est dello Shikoku e il sud dell’ Honshu, con particolare attenzione alle Alpi giapponesi (Arupusu).

Maggiori informazioni sul nostro viaggio in bicicletta a Honshu e Shikoku

Percorso 5. Cicloturismo in Shikoku: Penisola di Sadamisaki e Shimanami Kaido via Matsuyama – 155km

Raggiunta attraverso un traghetto da Oita, la penisola di Sadamisaki è una lingua di terra stretta e ripida, la punta più occidentale dell’isola di Shikoku, la più piccola delle quattro isole principali del Giappone.

Tutta la penisola di Sadamisaki è terrazzata a frutteti, i panorami sono meravigliosi, con spettacolari scogliere e splendidi scenari costieri. La penisola di Sadamisaki è il luogo perfetto per vedere i pescatori al lavoro e assistere allo stile di vita rurale del Giappone.

Una volta terminato questo bellissimo giro, pedalerai lungo la costa verso la città del castello di Matsuyama. Nonostante sia stato restaurato, vale ancora la pena visitare il castello – i suoi terreni sono accessibili gratuitamente mentre per entrare è richiesto un supplemento.

Altri 50 km ti porteranno all’inizio della famosa pista ciclabile Shimanami Kaido, una delle destinazioni ciclistiche più famose del Giappone.

Percorso 6. La Pista Ciclabile Shimanami Kaido – 70km

bike touring japan

Shimanami Kaido è una delle piste ciclabili più famose al mondo, la sua impressionante serie di ponti, appositamente dedicata alle biciclette, la rende una delle infrastrutture ciclabili più impressionanti in Giappone e in tutto il mondo.

Questa pista ciclabile collega le due principali isole di Shikoku e Honshu, passando per una serie di bellissime isole, con grandi spiagge di sabbia dorata e acque cristalline.

Il percorso è lungo circa 70 km, con inizio (o fine, a seconda della direzione), a Imabari (Shikoku) 40 km a nord di Matsuyama, e raggiungendo l’ Honshu a Onomichi, 85 km a ovest di Okayama e circa la stessa distanza a est di Hiroshima. Attraversa le sei isole di Oshima, Hakatajima, Omishima, Ikuchijima, Innoshima e Mukaishima.

Sebbene certamente molto bello, non siamo rimasti colpiti dallo Shimanami Kaido – la cosa peggiore è che il percorso ti porterà in una delle parti più trafficate dell’ Honshu, da dove avrai poche possibilità di fuggire.

Percorso 7. Da Onomichi a Osaka via Okayama e Kobe – 267km

japan cycle tour

Non c’è molto da dire su questa sezione del percorso. È un’area urbana senza soluzione di continuità, molto trafficata – attraversa sicuramente alcune città interessanti ma pedalare qui non è per niente divertente.

I punti salienti di questa sezione del nostro tour in bici sono la città di Ako e il Castello di Himeji. Kobe, famosa per la carne bovina e lo yakuza, non è la nostra città giapponese preferita, mentre sicuramente vale la pena trascorrere qualche giorno a Osaka.

Come già accennato, suggeriremmo un giro più lungo in Shikoku. Fai attenzione però, anche se Shikoku e Honshu sono collegati da un ponte impressionante, è assolutamente vietato pedalare lì – dovrai prendere un traghetto.

Un’altra alternativa sarebbe quella di tagliare gli interni verso la costa settentrionale dell’ Honshu fino alle città di Yonago e Tottori, non sappiamo come sia ma sembra interessante.

Percorso 8. Da Osaka a Kanazawa via Kyoto e Lago Biwa – 305km

bike tour japan

Da Osaka a Kyoto è un giro in bicicletta molto breve, una piccola salita e un po’ di traffico. Kyoto è assolutamente d’obbligo, lo sanno tutti e non vogliamo soffermarci troppo su questa affermazione.

Da Kyoto, potresti andare a Otsu (controlla se è il periodo dei matsuri, la tradizionale festa di Otsu è fantastica) e poi raggiungi le magiche rive del lago Biwa, il più grande lago del Giappone. L’acqua è molto pulita e ci sono alcune belle spiagge. Molti giapponesi adorano accamparsi qui durante i fine settimana.

Un altro giro interessante del tuo cicloturismo in Giappone sarà la strada costiera per Kanazawa, la città stessa è un punto turistico vivace dove vale la pena spendere qualche giorno.

Percorso 9. Alpi Giapponesi – ShirakawaGo, Matsumoto, Takayama, Terme di Hirayu – 226km

cicloturismo in giappone

Ecco che arrivano, le vere montagne. Questa sezione del percorso ha un dislivello di circa 6000 metri, sicuramente la parte più difficile di questo itinerario cicloturistico in Giappone – ma anche una delle più belle (e la competizione qui è davvero alta).

Da Kanazawa a Shirakawa Go seguirai il bellissimo Sho River, passerai per la città di Nanto (i fan di Hokuto No Ken apprezzeranno) e diversi bacini idrici. Abbiamo percorso questo itinerario in autunno, quindi i colori erano davvero sbalorditivi.

La bellissima città di Shirakawa-go è forse il miglior villaggio tradizionale del Giappone, famoso per le sue case tipiche, chiamato Kiritsuma-Gassho-Zukuri “costruzione delle mani di preghiera”, con i loro spessi tetti di paglia inclinati che ricordano le mani unite nella preghiera.

Queste case sono interamente costruite in legno e materiali naturali, senza l’uso di chiodi, sono sospese su pilastri appoggiati su pietre non tagliate.

Shirakawa ospita anche uno dei matsuri giapponesi più folli (feste tradizionali), il Doburoku Matsuri, un festival sul sakè crudo! Abbiamo anche realizzato un video sulla nostra esperienza al Doburoku Matsuri.

Da Shirakawa a Takayama viaggerai tra splendidi scenari di montagna, passando per la località termale di Hirayu-Okuhida. La strada che va da Takayama a Matsumoto è un tunnel infernale dopo il passo Hida (2000 msl).

Molto stretto, molto buio, molto lungo e con molti grandi autobus che vanno veloci, suggeriamo di evitare assolutamente di fare questa strada in bicicletta. È stata la strada peggiore in Giappone e forse anche durante l’intero viaggio, non siamo mai stati così spaventati prima.

Oltre a ciò, Takayama e Matsumoto sono tra le meravigliose città che meritano davvero di essere incluse nel tuo cicloturismo in giapponese. Matsumoto ha uno dei pochi castelli originali rimasti in Giappone.

Percorso 9. La Strada per Tokyo: Mt Fuji e Hakone – 321km

bike touring japan
click to discover our FB profile

Scendendo da Matsumoto la strada rimane panoramica, attraversando alcune valli verdi e lussureggianti. Il primo posto che incontrerai è Suwa, con il suo lago grande e piacevole. Suwa è anche sede di uno dei festival più folli del Giappone (e del mondo intero): il Suwa Onbashira Matsuri, che purtroppo si svolge solo ogni 6 anni.

La piccola città di Hokuto è bella e c’è un fantastico ospite di Warmshowers lì. Arrivando passerai vicino al gruppo vulcanico Yatsugatake meridionale. Sarà il preludio al monte Fuji, che puoi girare sia da est che da ovest.

A sud del Fuji si trova la città turistica di Hakone, situata sulle rive di un lago circondato da una vegetazione simile a una giungla – fai attenzione ai macachi molesti.

Entrare a Tokyo non è piacevole, non siamo riusciti a trovare nessuna pista ciclabile dedicata. Abbiamo fatto questa sezione del percorso sotto la pioggia battente in modo da non aggiungere alcun tipo di divertimento.

Sinceramente non consigliamo di andare in bicicletta a Tokyo, esplorarla a piedi e grazie all’ampia rete di metropolitana (ancora la più grande del mondo) è stata la nostra scelta di trasporto per vivere questa mitica città.

Consigli e Suggerimenti sul Cicloturismo in Giappone

Giappone in bicicletta
Cicloturismo Alpi Giapponesi

5 consigli per ciclisti o escursionisti in Giappone con un budget limitato

cicloturismo in giappone
  • Dormi in tenda e usa networks di ospitalità
  • Compra il tuo cibo nei supermercati.
  • Fai una doccia in un onsen economico o in un bagno pubblico o direttamente dalle cascate in estate.
  • Muoviti in bicicletta, cammina, fai l’autostop o usa i treni locali.
  • Utilizza la connessione Wi-Fi gratuita dei minimarket.

Cicloturismo in Giappone: Dove Dormire

wild camping in Japan

Il campeggio libero è sicuramente la scelta migliore per chi vuole fare cicloturismo in Giappone. È perfettamente legale e trovare posti fantastici è molto facile al di fuori delle aree urbane.

Ci accampavamo spesso nei Jinja, o santuari shintoisti. Sono ovunque e spesso puoi trovare un tetto per rimanere asciutto e una fonte d’acqua, a volte anche prese elettriche.

Cimiteri o edifici abbandonati sono altre opzioni (più inquietanti). Ad ogni modo, non abbiamo mai avuto problemi a trovare un posto dove piantare la tenda (anche se nelle aree urbane potrebbe essere difficile e meno bello, con i ponti autostradali come opzione più ovvia).

Warmshowers and Couchsurfing sono molto diffusi in Giappone ma molti membri non parlano inglese e così spesso sono timidi nell’ospitare stranieri. Prova comunque, abbiamo incontrato persone molto belle.

Ospitalità casuale: aprire la casa a uno sconosciuto è una cosa molto rara per un giapponese. Detto questo, siamo stati ospitati da persone che non conoscevamo direttamente per quasi un mese nell’area di Tokyo.

Il fatto è, potremmo dire, che un giapponese è disposto a offrire la sua meravigliosa ospitalità se vieni presentato o introdotto da qualcuno o se fai amicizia prima.

Alloggi: hotel e B&B non sono economici in Giappone. Non abbiamo cercato così tanto, ma non abbiamo visto nulla per meno di 50 € per una camera in un love motel.

Questa costosa politica dei prezzi non ha pagato molto apparentemente, vedrai molti hotel abbandonati ovunque. Molti giapponesi dormono in macchina per il loro weekend fuori, è considerato perfettamente normale.


Dove Dormire a Osaka e Kyoto Quasi Gratuitamente

Ci sono sistemazioni segrete gratuite o super economiche nel centro di Osaka e Kyoto.

A Osaka, c’è un campeggio gratuito nel parco Tsurumi Ryokuchi (coordinate GPS: N 34 ° 43 ‘00.2 E 135 ° 34’ 05.7).

È un campeggio ufficiale, tutto ciò che devi fare è registrarti. Essendo il Giappone il paese più sicuro del mondo, non devi preoccuparti di lasciare le tue cose in tenda ed esplori la città sorprendentemente tranquilla di Osaka.

A Kyoto puoi alloggiare nel dormitorio universitario per 200 Y (1,5 €), è un posto sporco, ma anche molto divertente. Soggiornando qui potrai sperimentare il vero stile di vita degli studenti giapponesi.

Nel dormitorio, c’è una cucina (buona fortuna) con una sala prove dotata di strumenti musicali all’interno (batteria inclusa), un tavolo da biliardo e birra alla spina. Puoi facilmente imbatterti in spettacoli teatrali, artistici o musicali.

La palestra del campus nelle vicinanze è accessibile gratuitamente. Il dormitorio è aperto a viaggiatori di ogni genere.

(Dormitorio studentesco di Kyoto aperto ai viaggiatori – Coordinate GPS: N 35 ° 01 ‘41.5 E 135 ° 46’ 42.2).

Trovare Cibo Economico Viaggiando in Giappone

food japan cycling

Il cibo giapponese è famoso in tutto il mondo e la sua fama è sicuramente meritata! I ristoranti sono un po’ costosi – pensa ai prezzi standard occidentali (anche di più), la ciotola di ramen più economica ti costerà circa 5 € nei posti più economici.


Convenience Stores (combini)

Combini è il nome giapponese per minimarket, ce ne sono migliaia, letteralmente ovunque. I marchi includono 7Eleven, Family Mart, Lawson e altri. I minimarket sono i tuoi migliori amici quando viaggi in bici in Giappone.

Hanno una scelta di bento (tutti i tipi di cibi precotti) che puoi riscaldare nel forno a microonde nel negozio, puoi anche chiedere acqua calda gratuita se necessario. Il cibo in questo tipo di posti non è così buono ma di solito c’è molta scelta di riso e carne, onigiri (polpette di riso), vari spaghetti e persino alcuni spaghetti “all’italiana”.

Pensa al minimarket come a una stazione tutto in uno: hai wi-fi (vedi “connettività” più sotto), servizi igienici, acqua potabile, cibo e bevande, e non meno importante, sono un luogo dove gettare la spazzatura, quasi impossibile da trovare altrove visto che c’è la raccolta porta a porta ovunque e non ci sono cassonetti pubblici. Ma non proverai gran parte della tipica cucina giapponese qui.


Supermercati Giapponesi

Ma la scelta migliore per trovare cibo economico quando si pedala in Giappone è sicuramente il supermercato. Il Giappone ha tra i migliori supermercati del mondo, secondo la mia esperienza. Qui puoi trovare quasi tutto quello che stai sognando: la maggior parte dei supermercati, non solo i più grandi, hanno una cucina e preparano il loro bento sul posto.

Gli alimenti sono molto più freschi qui, è molto facile trovare un ottimo sushi box da otto pezzi per 3 €. Ci sono molte scelte nei supermercati giapponesi e il livello è vicino a quello che potresti trovare in un ristorante economico.

Il suggerimento segreto? Una o due ore prima dell’orario di chiusura applicheranno uno sconto dal 20% al 50% su tutto il bento. Otto bei sushi a 1,50 €? Non male direi. Inoltre, se la cucina da campo è la tua passione, nei supermercati giapponesi puoi ottenere tutti i tipi di ingredienti da tutto il mondo, e alcuni sono abbastanza economici!

La frutta e la verdura sono incredibilmente costose ma trovi sempre uno sconto fino al 90% sulle verdure in scadenza che sono ancora buone per uno o due giorni. In ogni caso, non sarebbero vissute molto di più nei nostri panniers.

Un’altra interessante opzione per i cicloturisti in Giappone sono i discount. Questi sono apparentemente grandi negozi di cosmetici e saponi, ma hanno sempre un reparto alimentare. Qui puoi trovare udon e noodles precotti per 17Y, salse per condirli per 0,5 € (salsa di pomodoro, carbonara, crema di funghi). Una sorta di marmellata per la tua colazione, onigiri congelati e altre cose congelate che si scongeleranno rapidamente nelle tue borse. Inoltre, la birra più economica è qui.

Frutta e verdura di stagione sono facili da trovare lungo le strade nelle zone rurali. Proprio accanto alle strade, ci sono bancarelle con i loro prodotti a un prezzo economico, se non c’è nessuno basta lasciare i soldi nell’apposita scatola e prendere quello per cui si è pagato. Questo è il Giappone

Ma il modo migliore e unico per sperimentare l’autentica cucina giapponese è trovare un autentico giapponese che cucini per te, quindi fai amicizia! I giapponesi possono essere molto timidi ma sono caldi nel cuore.

Acqua in Giappone – Come Bere e Farsi il Bagno

waterfalls of kyushu

L’acqua potabile è disponibile ovunque, l’acqua del rubinetto è molto buona in Giappone. I negozi di generi alimentari (combini) e le stazioni di servizio hanno anche servizi igienici dove è possibile riempire le bottiglie, anche se i rubinetti dei lavandini sono spesso piccoli.

Fare una doccia adeguata non è difficile, onsen e bagni pubblici sono ovunque e possono essere molto economici, da 1 € (anche gratis a Beppu, forse anche altrove). Puoi rimanere qui tutto il tempo che desideri, fino all’orario di chiusura (di solito la sera), assicurati di seguire l’etichetta giapponese per le onsen.

Se ti trovi in Kyushu durante la stagione calda, puoi goderti molte cascate e fiumi dove sciacquarti dal sudore.

Comunicazione

warmshowers japan

Questo è davvero difficile. Possiamo confrontare il Giappone con l’Asia centrale per quanto riguarda il numero di persone che parlano inglese, probabilmente vicino all’1%. Alcuni capiranno se scrivi alcune frasi.

Parla un inglese molto lento e molto elementare, prova ad imitare la pronuncia giapponese (per “hot”, ad esempio, dicono “hotto”) e impara un po’ di giapponese di base, numeri e saluti ti faranno ottenere un sorriso sincero.


Connettitività

Bike Touring Japan

Le connessioni wi-fi gratuite sono disponibili presso la maggior parte dei minimarket (7eleven, Family Mart, Lawson) previa registrazione al loro sito Web, di solito hanno un limite di un’ora al giorno ma se ti registri a tutti i combini non sarai mai senza Internet.

Ci sono minimarket in tutto il Giappone. La connessione wireless pubblica gratuita non è così comune come in Corea.

Ora ci sono diverse opzioni per SIM card a breve termine in Giappone, leggi questo articolo per saperne di più.

Cicloturismo in Giappone: le Strade

cycling tour japan

In generale, le strade in Giappone sono abbastanza buone, anche se non è raro trovare buche nelle strade secondarie.

Le lunghe piste ciclabili non sono così comuni come in Corea del Sud e a volte le strade potrebbero essere molto strette e con traffico medio/pesante.

Tuttavia, è spesso possibile attenersi alle strade secondarie, che di solito sono belle e con meno veicoli.


Clima in Giappone

Il Giappone è un grande paese che si estende dal clima tropicale di Kyushu e Okinawa ai venti siberiani che soffiano sull’Hokkaido.

Quindi il cicloturismo in Giappone è possibile tutto l’anno, basta andare a sud in inverno e a nord in estate.

Il cicloturismo in Hokkaido deve essere fantastico in inverno, ma avrai bisogno dell’attrezzatura adeguata. L’autunno e la primavera sono fantastici ovunque, l’acero rosso lascia il posto ai ciliegi in fiore.

Trasporti Pubblici con la Bicicletta

Se sei stanco del traffico o hai fretta di andare da qualche parte e sei disposto a gettare la tua bici su un autobus, puoi scordartelo.

Gli autobus a lunga percorrenza normalmente non accettano le biciclette come bagaglio e nemmeno i treni. Puoi portare gratuitamente la tua bici sui traghetti RoRo (almeno sui traghetti che abbiamo preso noi).

L’autostop è possibile e sicuro ma non facile, Elena ha cercato di fermare le auto per ben 20 minuti a causa di un cervo impigliato nel filo spinato sul lato della strada, nessuno si è fermato nemmeno a chiedere cosa fosse successo. Ancora una volta la “timidezza” giapponese forse.

Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media