Stanforth Bikes Best for Touring

Cycloscope are proud users of the best touring bikes in the world

Finlandia in bicicletta – La guida completa per Cicloturismo e Bikepacking.

Completa di mappe e tracce Gps degli itinerari più belli della Finlandia

La Finlandia è un paese scarsamente popolato, la foresta copre il 72,5% della sua superficie, strade sterrate e sentieri scavati nella lontananza di queste vaste foreste, rendendo questo paese una destinazione ciclistica ideale per chi cerca di perdersi nella natura divertendosi sulle strade di ghiaia.  

La Finlandia è una destinazione molto facile per chi vuole affrontare un viaggio in bicicletta, naturalmente se pedalata nella stagione più calda. Innanzitutto la Finlandia è piatta, tutta quanta, quindi potrete macinare molti chilometri al giorno senza troppo sforzo, considerando di non avere vento contrario. Bisogna dire che all’estremo nord qualche collina la si incontra e addirittura al cofine con la Norvegia c’è il monte Halti, alto 1.324 metri.

Per pedalarla in inverno, invece, dovrete essere più fisicamente e soprattutto tecnicamente preparati ad affrontare le rigide nottate del nord.

Il silenzio e la natura selvaggi della Finlandia ti affascineranno, l’unicità della tundra della Lapponia ha poteri metafisici se vissuti con il giusto stato d’animo … non aspettarti però una grande varietà di paesaggi, andare in bicicletta in Finlandia è più di un viaggio meditativo e per alcuni può essere noioso.

State organizzando un viaggio in bici nei paesi del Nord Europa? Vi potrebbe interessare anche:

Norvegia in bicicletta: la guida completa con itinerari, mappe e tracce gpx

Il traghetto da Helsinki a Tallinn: la love boat sul Mar Baltico

Irlanda in bicicletta: la Wild Atlantic Way

Cosa vedere in Estonia: i più belli itinerari ciclabili 

Tallinn, cosa vedere nella più bella delle capitali baltiche

Clima in Finlandia 

La Finlandia, tra i paesi scandinavi, è quella con le temperature più gelide. In generale il clima della Finlandia è caratterizzato da un lungo e freddissimo inverno e da una breve estate. 

La cosa positiva, almeno per chi viaggia in bicicletta, è che le piogge non sono mai molto abbondanti, al contrario della Norvegia dove può piovere per intere settimane senza interruzioni, e sono concentrate soprattutto nella parte meridionale del paese, in particolare nei mesi di luglio e agosto ed in autunno. 

Durante l’inverno, invece, nevica molto spesso, soprattutto fra febbraio ed aprile. L’inverno è molto lungo e gelido, circa 5 mesi, da novembre a inizio aprile. Il sud del paese, dove si trova la capitale Helsinki, è caratterizzato da temperature più miti, ma pur sempre attorno allo zero.

Salendo verso nord, man mano che ci si avvicina alla Lapponia, le temperature si abbassano sempre più dove la temperatura può scendere anche a -50°. Qui l’inverno è molto più lungo e le ore di luce sono veramente pochissime, in dicembre il sole non sorge mai e per le prime settimane di gennaio c’è solo un’ora di luce nell’arco della giornata.

I laghi, che occupano gran parte del paese, sono spesso ghiacciati durante l’inverno e vengono utilizzati per varie attività come la pesca nel ghiaccio o il pattinaggio.L’estate può portare con sè giornate molto calde ma per un breve periodo, all’inizio dell’estate, c’è una vera e propria invasione di zanzare che rendono piuttosto fastidioso il viaggiare in bicicletta e il campeggio nella natura.

Le giornate sono molto lunghe e nella parte del paese collocata al di sopra del circolo polare si può assistere al fenomeno del sole di mezzanotte nei mesi di giugno e luglio. 

La Lapponia finlandese è anche uno dei posti migliori per il turismo della luce del nord, puoi vedere l’aurora boreale sopra Rovaniemi per circa 150 giorni all’anno, ma dovrai aspettare le stagioni più fredde.

Renne lungo la strada E8 in Lapponia, al confine tra Finlandia e Svezia

Periodo migliore per pedalare in Finlandia

Il periodo migliore è sicuramente l’estate, da metà giugno a metà agosto. Oltre al clima decisamente più favorevole avrete a disposizione lunghe giornate, fino a 20 ore di luce fanno comodo se si vogliono percorrere molti chilometri oppure di fermarsi ad esplorare meglio alcune aree. 

L’inizio dell’estate, in particolare le prime due settimane, sono tempi di mozzie. La densità degli insetti che succhiano il sangue varia molto a seconda della posizione, più il terreno è paludoso / paludoso e meno il clima è ventoso, più saranno le zanzare.

Nei centri città, vicino a grandi laghi o al mare, le zanzare sono quasi inesistenti, mentre certe volte durante l’estate in Lapponia è un inferno totale. Porta un buon copricapo repellente e adatto a tenerli lontani se pensi di affrontare la sfida.

Strade della Finlandia

La maggior parte delle strade principali in Finlandia sono perfettamente asfaltate, il traffico non è mai molto, tranne nelle tratta costiera e alcune zone del sud che connettono le città principali, come la strada n. da Tampere ad Helsinki o da Turku ad Helsinki. 


Piste ciclabili in Finlandia

La ciclabilità in Finlandia è ottima, i centri abitati sono dotati di pista ciclabile e le grandi città come Helsinki sono perfettamente adatte alle bici con itinerari segnalati e sempre dedicati solo alle biciclette.

La cosa più interessante con le strade finlandesi è, tuttavia, l’immensa rete di strade sterrate che tagliano le verdeggianti pinete. Ce ne sono di tutti i tipi, dalle larghe strade bianche ai single track ai sentieri delle motoslitte, puoi percorrere tutta la lunghezza della Finlandia rimanendo su sterrato per circa il 90% del tragitto … ma ci vorrà un po’ di tempo.

Queste strade sterrate sono spesso l’unico modo per raggiungere le innumerevoli rive dei lago della Finlandia, le strade principali sono infatti sempre costruite lontano dall’acqua per via del clima e la maggiore difficoltà di manutenzione. Questo è un peccato, visto che un enorme specchio d’acqua vicino a te solo su una mappa, è spesso molto difficile da raggiungere.


Geografia della Finlandia

La Finlandia si trova nella parte più orientale della penisola Scandinava, ad est confina con la Russia per circa 1.268;km, a nord;con la Norvegia per 727;km (altra bellissima meta turistica) e a ovest con la Svezia, per 540 km.

Ha una costa molto estesa, più di mille chilometri che si affaccia sul mar Baltico, dove sono presenti moltissime fra isole isolette.È ancora in corso l’emersione delle terre conseguente allo scioglimento dei ghiacci dell’ultima grande glaciazione, queste terre sono chiamate in finlandese schären.

Oltre a isole e arcipelaghi nel Baltico, il più famoso e turistico quello delle isole Åland, ci sono anche moltissime isole all’interno dei laghi, per un totale di quasi 180.000 isole.

Lo stesso numero impressionante è quello dei laghi (per la precisione 187.888), tutti non molto profondi, che costituiscono il 10% della superficie della Finlandia. Come già accennato la gran parte della Finlandia è pianeggiante a parte qualche collina nella parte più settentrionale della Lapponia e, sempre al nord, al confine con la Norvegia, dove si trova la montagna più alta del paese, il monte Halti a 1329 metri.

Il tundra bioma è presente in una piccola area della Finlandia, le sue frange più settentrionali nelle sottoregioni di Enontekiö, Utsjoki e Northern Inari.


Vegetazione in Finlandia

La flora della Finlandia, anche se potrebbe non sembrare a colpo d’occhio, è molto varia. Il 70% del territorio è ricoperto da foreste, al nord sono composte da sole betulle, il solo albero che può crescere al circolo polare mentre scendendo verso sud inizieranno ad apparire conifere, pioppi, aceri e olmi.

Il sottobosco è caratterizzato da una grandissima varietà di muschi e da più di 1.000 specie di licheni. Durante l’estate nei boschi si possono raccogliere numerosi frutti come mirtilli e lamponi e, solo in Lapponia, il Camemoro, un particolare tipo di frutto di bosco di colore arancione che cresce solamente qui.

Dove dormire in Finlandia

Campeggio libero in Finlandia – Il “right to roam” e la filosofia delle laavu

Come negli altri paesi scandinavi, in Finlandia esiste il Right to Roam, o Everyman’s Rights, ovvero lang=”it”>la libertà di girovagare che permette a tutti di godere di foreste, laghi, campi e parchi ovunque in Finlandia e, soprattutto, completamente gratuitamente.

Al contrario della Norvegia, dove ci sono molte più regole e restrizioni (puoi leggere il nostro articolo qui) in Finlandia la situazione è molto più rilassata.

In pratica si può campeggiare ovunque, tranne che sui campi coltivati, adottando le logiche regole di buon senso e rispetto della natura circostante. Se ti trovi in una proprietà privata devi chiedere il permesso per accendere un fuoco o raccogliere legna.

lang=”it”>Per quanto riguarda la regola di passaggio, è molto semplice: puoi camminare e andare in bicicletta dove preferisci, a prescindere da chi possiede la terra, purché non provochi danni.

In Finlandia, puoi camminare, andare in bicicletta e sciare ovunque tu voglia, dalle foreste ai campi (non coltivati naturalmente), dalle spiagge alle strade private. È vietato recarsi nelle aree in cui gli uccelli nidificano o in qualsiasi altra zona in cui si possa causare qualsiasi tipo di danno significativo alla natura.

Puoi raccogliere tutte le bacche e i funghi che vuoi. In Finlandia ci sono circa 500 specie commestibili di funghi che crescono nelle foreste, di cui 200 sono eccellenti da mangiare. Tuttavia, la natura può essere crudele e alcune varietà, apparentemente simili a quelle buone, sono invece velenose.

Quindi assicuratevi di scegliere solo i funghi che conosci, esistono anche delle app che vi possono aiutare nell’identificazione. I finlandesi usano dire “lang=”it”>puoi mangiare qualsiasi fungo tu voglia, ma alcuni di loro li puoi mangiare solo una volta”.È anche consentito rivendere quello che avete raccolto senza dover pagare alcuna tassa, ne parleremo meglio nel prossimo paragrafo.

I posti migliori dove campeggiare in Finlandia, Laavu, Kota, Lintutorni e altri rifugi

Oltre a poter piantare la tenda dove volete, è presente in Finlandia una fitta rete di rifugi di diverso tipo dove potete dormire liberamente, sono dotati di punto dove fare il fuoco e legna. Su questo sito trovare la mappa dei rifugi in Finlandia: www.tulikartta.fi.

Purtroppo è solo in finlandese ma non è difficile da usare, potete zoomare l’area che vi interessa e vedere cosa è presente nella zona oppure filtrare per tipologia di rifugio. Cliccando su Tulipaikat avrete modo di filtrare per tipo di rifugio, per aiutarvi ecco la descrizione delle varie strutture


  • Laavu; si tratta di una capanna in legno, aperta da un lato, se avete una tenda piccola potete montarla all’interno altrimenti potete dormire con il solo sacco a pelo, se non è troppo freddo, c’è sempre della legna per accendere il fuoco (a volte anche la carta di giornale), e la griglia per cucinare sul fuoco, alcune sono vicine ad un bagno chimico e in quelle vicine all’acqua abbiamo trovato anche canne da pesca rudimentali (la vedete nell’immagine di copertina di questo articolo, un altro tipo di laavu è quella nella foto qui sotto)

Laavu in Finlandia

  • Kota, è la capanna lappone, questa versione è di legno chiusa da tutti i lati, accessibile da una porta. Al centro c’è il bracere, ed anche qui trovate legna, griglia e tutto l’occorrente per scaldarvi

Kota lungo il confine tra Svezia e Finlandia

  • Lintutorni, si tratta di una torre per birdwatching che può essere utilizzata per montare la tenda sulla piattaforma in legno durante la notte. Alcune sono dotate di tetto ed altre no. Qui non è possibile accendere fuochi.

lintutorni, bird watch tower in Finlandia

  • Varaustupa, porokamppa e autiotupa; sono tutte e tre rifugi che di solito si trovano sui sentieri e non sulle strada principali, alcuni sono aperti (specialmente quelli in luoghi più desolati), per altre bisogna chiedere le chiavi all’ufficio locale ma l’uso è comunque gratuito mentre altre, più accoglienti, sono a pagamento. Di solito per le varaustupa occorre prenotare e recuperare le chiavi.Sono tutte dotate di riscldamento, di solito camino o stufa a legno, ma dovete portarvi i sacchi a pelo per dormire.

Rifugio lungo un hiking

  • Kammi, a quanto abbiamo capito sono saune ma non ne abbiamo mai incontrata nessuna, non crediamo ci si possa dormire dentro e non sappiamo se sono aperte o sia necessario chiedere le chiavi a qualcuno. Chiedendo informazioni a qualcuno del luogo non dovrebbe essere difficile avere questa informazione, i finlandesi sanno tutto sulla sauna.
  • Ruokailukatos, letteralmente tradotta in dining canopy, un rifugio in legno con il tetto ma con i 4 lati aperti, provvisto di un tavolo per mangiare, di solito non grande abbastanza per montare una tenda ma spesso si trova vicino ad un bagno chimico ed è comunque un buon posto nei pressi del quale posizionare la tenda.

Cliccando su Maakunnat potete selezione l’area geografica che vi interessa, ma per noi, viaggiando in bici, è stato più comodo cercare zoomando la zona dove ci trovavamo, abbiamo comunque trovato un rifugio ogni sera. Non tutti i rifugi sono presenti sulla mappa, che è open street ed è nata grazie ai contributi degli utenti. Cliccando su Lisaa, infatti, potete aggiungere un rifugio che avete trovato ma non era segnalato.


Campeggi a pagamento in Finlandia

In Finlandia i campeggi attrezzati sono abbastanza comuni e costano meno rispetto alla Norvegia, quasi tutti i campeggi sono dotati di cabine, o bungalow, che anche qui è la forma più economica di alloggio. Sono particolarmente convenienti quando si viaggia in gruppi di tre, quattro o più persone poiché la maggior parte delle cabine ha da quattro a sei letti a castello, ma il prezzo non varia se a dormire è una persona o sono sei, si paga l’intera cabina.

lang=”it”>Il prezzo delle cabine da campeggio è variabili, noi abbiamo pagato la più economica 20 euro ma i prezzi medi si aggirano attorno ai 30, dipende anche dalla stagione, se c’è l’aurora boreale i costi salgono. La maggior parte dei campeggi ha cabine di base con servizi igienici in comune, attrezzature da cucina di base (raramente acqua corrente) sono spesso presenti nella cabina stessa.

La maggior parte di questi campeggi sono aperti tutto l’anno, le cabine più economiche di solito hanno termosifoni elettrici, mentre quelli di fascia più alta potrebbero persino avere un camino e una sauna privata.

I campeggi in Finlandia sono per lo più piccoli e accoglienti, c’è sempre una cucina condivisa e spesso una capanna chiusa per il barbecue provvista di tutto l’occorente e usufruibile da tutti.

Le docce sono comprese, lavatricie asciugatrici sono a pagamento, il prezzo per un posto tenda in un campeggio finlandese va dai 10 euro in su.


Hotels e Ostelli in Finlandia

Gli hotel sono abbastanza costosi in Finlandia, ma potete trovare stanze in città a partire da circa 50€, anche ad Helsinki.

Gli ostelli sono presenti solo nelle principali città o cittadine turistiche, con un costo medio di 19 € a persona per notte in un dormitorio. Tutti questi prezzi sono variabili a seconda della stagione. Questo è l’ostello più economico ad Helsinki, dispone sia di dormitorio sia di camere private.

Qui sotto una mappa delle offerte per dormire a Turku, una città molto bella da non perdere se visitate il sud della Finlandia e l’arcipelago di Åland.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Couchsurfing e Warmshowers in Finlandia

Non una comunità enorme ma molto attiva ed accogliente, anche oltre quello che ci si potrebbe aspettare. Noi siamo sempre stati accettati (abbiamo provato solo Warmshowers), e ci hanno offerto sauna, bellissime stanze al calduccio, cibo e a volte anche un passaggio in macchina insistendo sul fatto che la Finlandia può essere molto noiosa…

Per quelli che non sanno cosa siano Warmshowers e Couchsurfing, date un’occhiata qui.


Costi di un viaggio in bici in Finlandia

La Finlandia, inutile dirlo, è un paese costoso ma non così tanto come ci si potrebbe immaginare, almeno rispetto all’Italia. I prezzi degli alberghi sono più o meno gli stessi, i supermercati sono più costosi ma non esageratamente e stando bene attendi a cosa si compra si può comunque spendere poco.

Noi, naturalmente, non siamo mai stati al ristorante ma abbiamo visto prezzi molto simili a quelli italiani. In effetti una volta siamo stati ad un sushi all you can eat ad Helsinki, per pranzo, che costava 10 euro. Nelle grandi città ci sono moltissimi ristoranti di sushi e sono economici così come molti altri ristoranti etnici.

 

 
 
 
 
 
Посмотреть эту публикацию в Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Finland! 30th country for the cycloscopicos! Anyone around here right now? . Cycloscope.net . #worldofbeauty #worldbybike #bikepacking #bikeporn #bicycletouring #bikewander #stravacycling #cyclingphotos #cycling #pedalforever #finland🇫🇮

Публикация от Cycloscope (@cycloscope_globecycling)

Qualche consiglio per raccimolare qualche soldo per viaggiare in Finlandia

Per chi viaggia davvero con un budget ridotto come noi la Finlandia offre diverse possibilità per raccimolare qualche soldo mentre state attraversando il paese in bicicletta. Uno di questi, suggerito dal sito del turismo finlandese, è vendere frutti di bosco e funghi (attenti a non uccidere nessuno) raccolti nelle foreste, soprattutto in estate i frutti di bosco tipici della Lapponia sono venduti a prezzi piuttosto alti nel resto della Finlandia.

Siccome noi non siamo molto pratici nel riconoscere funghi ed eravamo in ritardo per i frutti di bosco abbiamo adottato un’altra tecnica, raccogliere lattine lungo le strade. Nonostante lo stereotipo dello scandinavo rispettoso e civile, le lattine lanciate dalle auto lungo le strade sono molte.

In ogni negozio alimentare del paese, piccolo o grande che sia, c’è una macchinetta dove si inseriscono le lattine che vengono pagate 0,15 cent. l’una e le bottigliette di plastica dai 0,10 ai 0,40 cent. l’una (a seconda della dimensione). Dopo aver inserito lattine e bottiglie basterà pigiare il tasto verde e dalla macchina uscirà uno scontrino con l’importo totale che potete utilizzare nel negozio per fare la spesa oppure potete chiedere che vi venga dato il denaro in contanti. Noi appendevamo un sacchetto al pannier frontale della bici e guadagnavamo un paio di euro al giorno per la spesa oltre a contribuire a pulire un po’ le strade!

Altra idea è chiedere ai supermercati il cibo in scadenza che stanno per buttare, saranno felici di darvelo, contribuite a ridurre lo spreco alimentare ed è gratis! Dovrete andare dai supermercati in prossimità della chiusura. 

Se invece siete più per metodi tradizionali uno dei passatempi preferiti dei finlandesi è pescarein Finlandia è possibile pescare usando una semplice canna da pesca con gancio e lenza ovunque si desideri, senza una licenza o autorizzazione separata. Tuttavia, qualsiasi altro tipo di pesca richiede un permesso.


Cosa portare per un viaggio in bici in Finlandia

A meno che tu non abbia un budget molto più elevato, o tu stia andando per una breve vacanza in bicicletta, dovrai essere totalmente auto-supportato al fine di ridurre i costi.

Portate attrezzatura da campeggio completa, una tenda 4 stagioni è un plus per temperature di 2°/0°C mentre un sacco a pelo comfort è indispensabile anche in estate. Uno spesso materassino da campeggio, considera la biancheria (lenzuola da inserire dentro il sacco a pelo). Portatevi pentole e fornellino, le bombole di gas standard si trovano ma nelle aree remote (come la Lapponia) non si trovano spesso negozi.

Gli indumenti devono comprendere strati di base, abiti per dormire in lana merino, scaldamuscoli o pantaloni lunghi (meglio entrambi), giacca hardshell and giacca antivento (softshell)guanti caldi, cappello di lana che copre le orecchie; abbiamo anche usato un piumino leggero ma caldo che siamo stati felici di usare per cucinare durante la serata.

Tutto quanto detto qui sopra è da considerare per l’estate (tarda primavera/inizio autunno), il clima può diventare freddo anche durante il giorno, specialmente a latitudini e altitudini più elevate. Tratteremo l’abbigliamento invernale in un prossimo articolo.

L’attrezzatura per la pioggia è ciò che fa la differenza tra un giorno infelice e un giorno molto miserabile. Riuscire ad avere almeno le parti più nascoste del tuo corpo asciutte dopo una giornata di pioggia a tutto campo dovrebbe essere il tuo obiettivo. Abbiamo usato Naturehike long poncho su una giacca antipioggiapantaloni antipioggia, and scarpe antipioggia.

Cicloturismo in Finlandia – Mappa e traccia GPX del nostro percorso

Quella qui sopra è la mappa del nostro itinerario in Finlandia.

Scegliere il percorso – Itinerario in Finlandia

La Finlandia è un paese molto lungo e potrebbe diventare parecchio noioso per via dei lunghi tratti di paesaggio monotono. Noi l’abbiamo attraversata tutta in bici, tranne una parte in treno. In alternativa potete scegliere itinerari più brevi. Qui sotto il nostro itinerario in Finlandia nella sua interezza ed alcuni itinerario più brevi consigliati.


Isole Åland – 432km (193km are ferries)

L’arcipelago delle Åland è la meta ideale per una vacanza in bicicletta: un paesaggio splendido, strade pianeggianti e prive di traffico, e ottimi collegamenti tra le isole con ponti e traghetti, almeno durante l’estate. Queste isole si trovano nel Mar Baltico, a ovest di Turku, tra la Finlandia e la Svezia.

La massima altitudine delle isole che compongono l’arcipelago è di 130 metri quindi è affrontabile da chiunque, senza bisogno di un particolare allenamento. Solo 65 delle 6500 isole sono abitate.

Ci sono diversi traghetti che effettuano regolari corse tra le isole: verificate gli orari prima di imbarcarvi nel vostro viaggio in bici, alcune isole sono servite da pochi traghetti ed alcune tratte non sono attive tutto l’anno ma soltanto durante il periodo estivo

Da Turku si può raggiungere via pista ciclabile Naantali, detta la “città del sole”, con un porto ed un centro storico molto carini da visitare, da qui potete proseguire verso Kustavi dove c’è un villaggio dell’artigianato.

Proseguendo verso le isole Brändö si arriva, via traghetto, sull’isola principale delle Åland. E’ possibile pedalare sull’antica Via della Posta ed arrivare all’area di rovine di Bomarsund. La fortezza di Bomarsund, costruita dall’ esercito russo e distrutta dai francesi ed inglesi durante la guerra di Crimea, era un tempo la più grande struttura delle isole Åland. Dal villaggio di Kastelholm, dove c’è un castello, si può proseguire verso Havsvidden, la punta più a nord dell’isola, caratterizzata dalle rocce di granito rosso.

A circa 50 chilometri da Havsvidden c’è Mariehamn, la capitale delle isole Åland, dove ci sono un paio di musei da visitare ed unico grande centro se siete alla ricerca di rifornimenti e provviste e, se partite da qui arrivando dalla Svezia, l’unico posto dove è possibile noleggiare una bicicletta, i prezzi partono dai 35 euro a settimana. Nei pressi di Mariehamn c’è il porto di Turk da dove ci sono collegamenti via mare direttamente per il porto di Turku, probabilmente la città più bella della Finlandia.

Da Mariehamn si puà anche raggiungere Stoccolma in traghetto. Per quanto riguarda la vostra sistemazione, potete scegliere tra campeggi, cottage, bed & breakfast e stanze messe a disposizione da privati nelle proprie abitazioni. Si consiglia di prenotare in debito anticipo, soprattutto per l’alta stagione di giugno e luglio. 

Mappa e traccia GPS del percorso ciclabile delle Isole Aland


Saimaa e la regione dei mille laghi

La Finlandia è ricchissima di ciclovie, ufficiali e non, ci sono moltissime strade sterrate attraverso le foreste che vale la pena provare, meglio però essere dotati di un buon Gps.

La regione dei laghi in Finlandia ricopre il 10% del territorio del paese quindi potete davvero crearvi un itinerario a seconda del tempo che avete a disposizione e di quanti chilometri volete percorrere e se avete intenzione di percorrere delle parti in canoa o in barca. Qui parleremo del lago Saimaa, nella regione della Carelia meridionale, ricca di itinerari ciclistici.

Un percorso molto popolare è quello che circonda il lago Saimaa, il più grande della Finlandia, partendo da Lappeenranta al villaggio di Taipalsaari un percorso molto breve. Da qui si può poi continuare a seguire la strada attorno al lago, dove tutt’oggi sono operativi battelli a vapore.

Ad un chilometro da Toijansalmi si trova l’Hostel Mansikka, un albergo molto noto tra i ciclisti. Qui troverete ad accogliervi ottimo cibo, bevande e l’impeccabile servizio del proprietario belga.

Altri punti di interesse lungo il percorso sono:

  • Vehkataipale troverete la centrale idroelettrica e le chiuse che permettono alle imbarcazioni di passare dal lago di Pien-Saimaa a quello di Suur-Saimaa e viceversa. Le chiuse sono ancora azionate a mano.
  • il ponte di Kirjamoinsalmi (11 metri).
  • la spiaggia di Kivisalmi e i suoi scogli vi aspettano per una meritata sosta al confine tra Lappeenranta e Taipalsaari. Dalla strada godrete di una magnifica vista sul lago Pien-Saimaa.
  • Toijansalmi, doveun ponte alto 23 metri offre uno spettacolare panorama a 360° sul lago. Cè anche una vicina spiaggia dove nuotare, temperature permettendo.

L’itinerario ciclabile che va dal ponte di Taipalsaari a Lappeenranta è uno di tratti più panoramici della Finlandia, in qualunque periodo dell’anno.

Uno dei numerosissimi laghi finlandesi

Il nostro itinerario in bicicletta in Lapponia

Nel nostro viaggio in bicicletta in Europa, siamo entrati in Finlandia dal confine norvegese nei pressi di Kilpisjärvi e abbiamo proseguito lungo la strada statale E8, che segue il confine con la Svezia, lungo il fiume Peerasuvantu.

Dobbiamo dire che arrivando dai magnifichi paesaggi dei fiordi norvegesi non ci aspettavamo niente di eccezionale dalla Lapponia ed invece siamo stati molto sorpresi dal paesaggio quasi alieno del nord della Finlandia. 

Questa è la tundra, dove troverai una varietà di muschi e licheni che prosperano nel sottobosco e le renne pascolano liberamente (le vedrai decine di volte lungole strade). Dopo aver passato la zona collinare e disceso in una zona paludosa, i boschi cominciano ad essere abitati da conifere, cervi e alci. Questo è intorno al 68 ° parallelo di latitudine, vicino alla città di Muonio.

Superata la strada collinare e scendendo di latitudine i boschi iniziano ad essere abitati da conifere, cervi ed alci ed il paesaggio più urbanizzato e meno alieno fino alla capitale della Lapponia, Rovaniemi, dove c’è il supercommerciale villaggio di Babbo Natale.

A questo link potete vedere e scaricare la mappa del percorso: Cycle Route Keminmaa – Kilpisjärvi

Vista della tundra finlandese nei pressi di Kilpisjärvi

Turku, Helsinki e la Love Boat

La Love Boat più famosa è la nave che collega Helsinki a Stoccolma, le corse sono quotidiane ed operate da Viking Line e Tallink Silja. Noi abbiamo preso il traghetto per la tratta Helsinki-Tallin (Estonia), un percorso che si potrebbe fare anche tranquillamente in due ore ma, se volete spendere meno (ebbene sì) potete dormire sulla nave ormeggiata al porto di Tallin ed andarvene tranquillamente entro mezzogiorno del giorno successivo.

Vi domanderete perchè dormire sulla nave costa meno rispetto a scendere una volta arrivati, la risposta è semplice: l’alcol! La nave, infatti, ha diversi bar con musica dal vivo, una discoteca e numerosi ristoranti. Chi rimane sulla nave si diverte e nel frattempo spende meno, pagando gli alcolici pochissimo rispetto ai prezzi a terra, soprattutto in Finlandia. Sono infatti molti i locali che trascorrono così il fine settimana.

Ma se non vi interessa bere al bar o comprare liquori al tax free shop avrete comunque risparmiato il costo di una notte all’ostello di Tallin. Noi ci siamo divertiti molto, abbiamo pagato 17 euro in totale per una cabina per due, la traversate e le nostre biciclette (che viaggiavano gratis) ma una volta scesi abbiamo dovuto trovare un ostello a Tallin per riposarci e farci passare l’hang over 🙂

Ci sono varie offerte last minute ed i prezzi variano a seconda della stagione.


Mangiare e bere in Finlandia

Certamente la Finlandia non è famosa per il cibo ma non si mangia male, nelle città si trovano molti ristoranti di altri paesi a prezzi non esageratamente alti, per gli standard del nord Europa.

Naturalmente durante un lungo viaggio in bicicletta non ne visiterete tanti, a meno che non abbiate un budget elevato. I supermercati sono abbastanza forniti, hanno più scelta rispetto alla Norvegia ed i prezzi sono più bassi.

La Finlandia è anche l’unico paese scandinavo in cui il consumo di alcol non è strettamente regolamentato, troverete bar anche nei piccoli villaggi ed è possibile acquistare birra dai supermercati senza restrizioni.


Supermercati in Finlandia

Per noi che siamo arrivati dalla costosissima Norvegia, il fatto che in Finlandia ci sia il Lidl è stata una meravigliosa sorpresa. Li trovate nelle principali città e villaggi di medie dimensioni. Altre catene di convenience store in Finlandia sono Alepa, K-market, R-kioski e sale mentre i supermercati normali sono K-citymarket, Prisma (il più fornito), ed S-market.

Tenete conto che nelle zone meno abitate del paese, come la Lapponia, potrebbero esserci anche 90 chilometri fra un supermercato e l’altro, quindi quando ne incontrate uno è meglio fare provviste per almeno un paio di giorni. Inoltre molti chiudono molto presto, intorno alle 18, e sono chiusi la domenica.


Bere Alcol in Finlandia

Come negli altri paesi in Scandinavia, il consumo di alcol in Finlandia è altamente regolamentato, anche se leggermente meno rispetto a Svezia e Finlandia. Il monopolio della vendita di alcolici con gradazione superiore ai 5.5% e fino ad un massimo di 22% è detenuta da Alko, quindi se volete comprare qualcosa che non sia birra dovete recarvi in uno dei loro negozi, si trovano nelle principali città e non sono sempre aperti. 

La birra, invece, fino ai 5.5%, si può acquistare nei supermercati fino alle 9 di sera. Potrebbero esserci orari diversi durante il finesettimana ma non li ricordiamo. I bar e i ristoranti possono servire alcol fino all’1.30.

Pedalando in Lapponia abbiamo visto molte bottiglie vuote con etichette russe, forse c’è sorta di mercato nero nelle zone di confine. Ad ogni modo di gente ubriaca ne abbiamo incontrata parecchia.


Acqua

L’acqua del rubinetto è buonissima in Finlandia. In Lapponia la gente beveva anche da fiumi e laghi ma quando siamo stati era appena passata un’estate più calda del previsto e ci hanno sconsigliato di berla per via della possibile presenza di batteri proliferati per via delle alte temperature.


State organizzando un viaggio in bici nei paesi del Nord Europa? Vi potrebbe interessare anche:

Norvegia in bicicletta: la guida completa con itinerari, mappe e tracce gpx

Il traghetto da Helsinki a Tallinn: la love boat sul Mar Baltico

Irlanda in bicicletta: la Wild Atlantic Way

Cosa vedere in Estonia: i più belli itinerari ciclabili 

Tallinn, cosa vedere nella più bella delle capitali baltiche


Lo hai trovato utile? Hai più informazioni o consigli sulla Finlandia?

Condividi, commenta e dacci un seguito sui social network!

Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media
Disclosure: Some of our articles contain affiliate links, that means we might receive a small percentage compensation if you purchase one of the linked product whitin a ceratin time frame. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.