Georgia itinerary

Cosa vedere in Georgia: i 16 luoghi più belli nel cuore del Caucaso

Ultimo aggiornamento:

Georgia turismo

Cosa vedere in Georgia

Visita le migliori attrazioni turistiche con questo itinerario di due settimane

La lista compilata da 10 top travel blogger


La Georgia (che in georgiano si chiama Sakartvelo) è un paese incredibile, ci sono più cose da fare, luoghi da vedere, attrazioni naturali, meraviglie culturali e diversità di paesaggi in un Paese così piccolo che in qualsiasi altro posto nel mondo di simili dimensioni.

In questa guida di viaggio della Georgia, cercheremo di riassumere le migliori cose da fare e luoghi da vedere per un ipotetico viaggio di 2 settimane.

Abbiamo compilato questo articolo con l’aiuto di 8 fra i migliori blogger di viaggio di tutto il mondo per offrire ai lettori una visione di prima mano su cosa visitare in Georgia.


4 cose da sapere sulla Georgia

1 – Un viaggio in Georgia farà sentire il visitatore come se fosse teleportato in diverse aree del pianeta, in soli 20 km il paesaggio e il clima possono passare dal deserto alla montagna, al subtropicale, ad un altopiano, al Mediterraneo.

2 – La Georgia è una ex repubblica sovietica che è stata ai ferri corti con la Russia sin dalla sua indipendenza, alcuni dei suoi territori (Abkazhia e Ossezia del Sud) sono contesi, la loro dichiarazione di indipendenza è sostenuta dal governo russo ma non dalla Georgia. Sebbene fondamentalmente tutti i georgiani parlino russo, molti di loro si rifiuteranno di farlo.

3 – La stragrande maggioranza dei georgiani sono cristiani ortodossi, parecchi georgiani sono molto religiosi e si fanno il segno della croce tre volte quando passano davanti a una chiesa.

4 – Molti georgiani amano i denti d’oro, vedrai persone con una bocca piena d’oro … per lo più, ma non solo, tra le generazioni più anziane.


Muoversi in Georgia

La Georgia ha una decente rete ferroviaria che ti porterà nelle principali città del Paese. I mezzi di trasporto più comuni sono ancora i marshrutka, minibus di proprietà privata che coprono letteralmente tutto il territorio georgiano.

I Marshrutka sono molto economici ma attenzione ai conducenti che sono spesso piuttosto pazzi alla guida.

L’autostop è piuttosto comune, come in tutte le ex repubbliche sovietiche, basta fare segno a una macchina o a un minibus e ti caricheranno di sicuro in breve tempo, di solito c’è una piccola tassa da pagare dell’autista, concorda in anticipo il prezzo della corsa per evitare sorprese.


Informazioni di base per un viaggio in Georgia

Visto per la Georgia: la Georgia è visa-free per un anno per i cittadini di 63 paesi più tutti i paesi dell’UE.

Area: (119th)

Popolazione3,718,200 abitanti

Punto più alto: Mt. Shkhara – 5,201 m

Lingue Georgiano (la lingua Georgiana è scritta con il suo unico alfabeto). Il russo è parlato da quasi tutti i Georgiani anche se non lo fanno volentieri.

Moneta: Georgian Lari (GEL). 1 GEL = 0.34€

Time Zone: UTC+4

Country Code: +995


Georgia, Cosa visitare in un viaggio di 2 settimane

Anche se è più probabile che entriate ed usciate dalla Georgia da Tbilisi, in questo itinerario della Georgia consigliamo di iniziare da Batumi, in modo da tracciare una linea più coerente tra le principali attrazioni turistiche del Paese e ridurre al minimo i tempi degli spostamenti.

Naturalmente, questo è solo uno schema, speriamo ti aiuti a progettare l’itinerario ideale per i tuoi gusti e il tempo disponibile.

  • 1 notte a Batumi.
  • 1 notte a Mestia con sosta a Khaishi.
  • 1 notte a Ushghli.
  • 1 notte a Kutaisi e visita a Chiatura.
  • 2 notti a Borjomi e visita a Vardzia.
  • 1 notte a Mtskheta.
  • 1 notte a Gori con una visita a Uplistshike.
  • 2/3 notti a Kazbegi, percorrendo la strada militare e fermandosi alla Fortezza Ananuri il primo giorno, escursione a Kazbegi il secondo giorno.
  • 1 notte a Gudauri, facendo il tour del vino durante il giorno.
  • 1 notte a Signaghi.
  • 2 notti a Tbilisi.

Le 16 più belle cose da vedere in Georgia

Disclosure: Some of our articles contain affiliate links. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running. (as Amazon Associates we earn commission from qualifying purchases)
georgia viaggio

1. Batumi

Il primo aggettivo che viene in mente quando si cerca di descrivere Batumi è “strana”.

Questa città costiera del Mar Nero è la seconda più grande della Georgia e di gran lunga la più singolare, un mix tra futuristico e decadente.

C’è una ruota panoramica all’interno di un grattacielo, strane sculture ovunque, costruite con strani tetti e finestre.

La passerella è lunga e la spiaggia di ciottoli è affollata di gente durante le soleggiate e calde giornate estive.

Un’altra bella attrazione turistica è il vasto e bellissimo Giardino Botanico di Batumi, composto da nove settori spalmati su 108 ettari di terreno, divisi per regione: subtropicali umidi caucasici, Asia orientale, Nuova Zelanda, Sud America, Himalaya, Messico, Australia e del Mediterraneo.

La collezione di giardini comprende 2037 unità tassonomiche di piante legnose, tra cui 104 di origine caucasica.

Nel complesso, Batumi è un posto davvero interessante, assolutamente da includere in un itinerario della Georgia. Se vuoi saperne di più puoi leggere il nostro diario di viaggio a Batumi.


viaggio in georgia

2. Tbilisi

Tbilisi, la capitale della Georgia dal VI secolo, è una città dominata dalle automobili.

Strisce pedonali e semafori non esistono. L’unico modo per attraversare la strada sono i passaggi sotterranei; sempre pieni di gente, negozietti, mendicanti, musicisti e venditori ambulanti, sono una caratteristica molto vivace di Tbilisi.

Attraversato dal fiume Kura, che ci ricorda il Tevere, con le sue alte sponde di pietra dall’aspetto antico, la città ha un’atmosfera molto sud-europea e una vivace vita notturna.

A meno che non siate in viaggio verso la Georgia via terra da un paese vicino, è molto probabile che il vostro itinerario di viaggio inizi e finisca qui. Nonostante il caos generato dal traffico intenso, Tbilisi rimane una delle nostre città preferite nel mondo.

A nostro avviso, la cosa migliore da fare in ogni città è andare in giro a caso, perdersi un po’, sempre stando attendi a dove si va.

Siamo stati a dormire in una casa di famiglia molto caratteristica nel bellissimo quartiereSololaki, molto simile ad alcune città del sud Italia.

Oltre alle sue attrazioni turistiche più ovvie, la bellezza di Tbilisi risiede nelle sue centinaia di piccole chiese sconosciute, nei suoi piccoli mercati, in piccoli ristorantini dove gusterai tra i migliori pasti della tua vita.

Abbiamo programmato la nostra visita a Tbilisi a luglio, per poter vedere l’Artgene Festival, un evento di un’intera settimana molto interessante per fare conoscere la musica tradizionale georgiana.

Un altro posto che consigliamo assolutamente di vedere è il piccolo bistro Vino Underground, gestito da un consorzio di produttori di vino biologico che producono alcuni dei migliori vini del mondo con la tradizionale tecnica georgiana.

georgia turismo

3. Mestia e Ushguli

Mestia e Ushguli sono due città incredibilmente caratteristiche situate nella regione dell’Alta Svanezia, nella parte occidentale del Grande Caucaso. La regione della Svanezia è così unica che è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Abitata dal popolo Svan, questa regione montuosa presenta una cultura e un’architettura peculiari. I villaggi sono punteggiati dalle torri lushnukor, le case tradizionali degli Svan.

Al piano terra viene tenuto il bestiame, mentre la famiglia vive al piano superiore, raggiungibile solo tramite una scala di legno.

La scala può essere ritirata all’interno della casa in caso di visitatori indesiderati, rendendo così l’abitazione molto difficile da attaccare.

Il paesaggio è mozzafiato, tutto intorno ripide creste di foreste verdeggianti, striate da limpidi torrenti che scendono in verticale, quasi come cascate, le cime più alte sono coperte di neve, le mucche sono ovunque.

Quanto sublime deve essere stata questa visione, solo pochi decenni fa! Ma, ad ogni modo, il turismo ha influito solo superficialmente sul fascino di questo insediamento ancestrale, dozzine di torri dominano il villaggio evidenziando la sua antica fama di invincibilità.

Una visita al museo della cultura Svan a Mestia, una filiale del museo etnografico nazionale, aiuta a dare una prospettiva alla coraggiosa ed orgogliosa storia di questa gente.

C’è una collezione di icone di superba fattura datate dal IX al XVIII secolo: San Giorgio che trafigge Diocleziano (in forma di drago o sotto forma di Diocleziano) è il protagonista assoluto.

E poi le armi: fucili lunghi un metro e mezzo, coltelli e spade che sono veri e proprio pezzi d’arte.

Strumenti musicali, abbigliamento, gioielli e molto altro. Una volta usciti dal Museo, Mestia appare in una luce diversa, quasi come se una macchina del tempo non ancora ben settata vi mostri la Mestia dei tempi antichi, sovrapposta a quella di oggi, sfocata come in un miraggio.

Mestia è raggiungibile in minibus dalla città di Zugdidi, mentre arrivare a Ushguli richiede un autista privato e può essere costoso per chi viaggia in economia. Ma Ushguli è ancora più impressionante di Mestia e vale la pena di essere inclusa in ogni itinerario della Georgia.



cosa vedere in georgia

4. Khaishi e la diga Enguri

Questa è una destinazione veramente poco battuta in Georgia ma merita davvero una sosta se hai tempo.

La diga di Enguri è la più grande diga ad arco in cemento al mondo, Cina esclusa, e crea la spettacolare ed enorme riserva di Enguri

Il paesaggio è idilliaco ma in realtà non tutto ciò che sembra bello arriva senza un alto prezzo da pagare.

Per costruire questa diga, ettari ed ettari di foresta sono stati inondati e migliaia di persone sono state reinsediate, ora la popolazione locale ha paura di un nuovo progetto che inonderà ancora di più questa bellissima zona, incluso il villaggio Svan di Khaishi.

Khaishi è un piccolo e pittoresco villaggio sulla strada per Mestia, c’è una scuola, un tipico cimitero Svan, una piccola e vecchia chiesa, alcune case di legno.

Visitare questo posto ti darà un vero assaggio della Svanezia incontaminata e aiuterai la popolazione locale spendendo parte del tuo denaro in un villaggio reso ancora più povero di quanto non fosse già dalla minaccia della diga.

La cosa impressionante è che il progetto della nuova diga comporta l’inondazione dell’intero villaggio, compreso il cimitero.

Quindi le persone dovrebbero non solo abbandonare le loro case ma anche i loro parenti morti. Leggi di più suKhaishi e la sua triste storia.


visitare la georgia

5. Mtskheta

Mtskheta è l’ex capitale della Georgia e uno dei tre siti georgiani elencati dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Situata alla confluenza dei fiumi Aragvi e Mtkvari, a circa 20 km a ovest di Tbilisi, nella Georgia centrale, Mtskheta è facilmente raggiungibile con marshrutka (minibus) da Gori e Tbilisi (mercato Didube di Tbilisi).

Le principali attrazioni della città sono il Monastero di Jvari, la Cattedrale di Svetitstkhoveli e il Monastero di Samtavro.

Mtskheta era l’antica capitale di Kartli, il regno georgiano orientale dal III secolo a. C al V secolo d. C., ed è stato anche il luogo in cui il cristianesimo fu proclamato come religione ufficiale della Georgia nel 337.

Ad oggi, rimane ancora il quartier generale della Chiesa ortodossa e apostolica georgiana, un luogo di grande importanza religiosa.

Per il suo paesaggio suggestivo, un altopiano di 500 metri, la ricca storia e l’architettura unica, Mtskheta è un must assoluto per ogni itinerario georgiano

Puoi saperne di più leggendo il resoconto del nostro viaggio a Mtskheta.


cosa visitare georgia
Georgia Uplistsikhe

6. Uplistshike

Un’altra attrazione da non perdere in Georgia è certamente Uplistsikhe, letteralmente “la fortezza di Dio”, una città scolpita nella roccia lungo una suggestiva scogliera: un concentrato di storia georgiana.

Questo luogo fu fondato nella tarda età del bronzo, intorno al 1000 a. C., e continuò ad essere abitato ufficialmente fino al XIII secolo d. C., quando i mongoli lo saccheggiarono.

È stato comunque utilizzato come rifugio fino a poco tempo fa, prima da persone in fuga dagli invasori e poi da gente del posto povera che non poteva permettersi una casa.

Tra il VI secolo a. C e l’XI secolo d. C., Uplistsikhe fu uno dei più importanti centri politici e religiosi del Kartli precristiano, uno dei predecessori dello stato georgiano, pare che una dea del sole venisse adorata qui.

Nel X secolo, una basilica di pietra fu costruita in cima alla città. Un’antica cantina in stile tradizionale dimostra l’origine ancestrale del vino georgiano.

Uplistshike è a soli 14 km a est di Gori, la città natale di Josif Stalin, sfortunatamente non sembrano esserci opzioni di trasporto pubblico disponibili, quindi dovrete noleggiare un tassista (concordate sul prezzo in anticipo) o trovare una bicicletta.