Stanforth Bikes Best for Touring

Cycloscope are proud users of the best touring bikes in the world

isole aran cosa vedere

Passeggiando fra i muretti di Inisheer

Isole Aran, cosa vedere e come raggiungere queste tre isole dove cultura, tradizioni e lingua irlandese sono ancora vive e vissute

Le Isole Aran sono 3 isole all’ingresso della Baia di Galway, lungo la costa Occidentale dell’Irlanda. Sono abitate, nel complesso, da circa 1200 persone che vivono di pesca e turismo, parlano correntemente la lingua irlandese e sono molto legate alla loro cultura ed alle loro tradizioni. Noi ne abbiamo visitata una, Inisheer, nelcorso del nostro viaggio in bicicletta in Irlanda e ne siamo rimasti piacevolmente sorpresi.

Le Isole Aran sono tre:

  • Inishmore, la più grande e più lontana dalla costa, dove vivono circa 800 persone,
  • Inishmaan, l’isola di mezzo, sia come dimensione sia come posizione geografica,
  • Inisheer, l’isola più piccola e piu vicina alla costa irlandese.

Siete interessati ad un viaggio in bicicletta lungo la Wild Atlantic Way, qui il nostro itinerario

Vorreste fare un tour del nord Europa? Potrebbe interessarvi anche leggere:

Inghilterra, il percorso ciclabile del Parco Nazionale South Downs Way

La Norvegia in bicicletta, consigli, itinerario e guida di viaggio

Finlandia: dalla Lapponia ad Helsinki in bicicletta

Estonia: la più bella delle Repubbliche Baltiche


Come raggiungere le Isole Aran

Le Isole Aran sono raggiungibili via mare dal porto di Doolin, solo durante la stagione estiva. Il porto di Doolin si trova vicino alla mitica scogliera di Moher e le imbarcazioni che vi portano alle isole si fermano a farvi ammirare la scogliera dal mare sulla via del ritorno, uno spettacolo da non perdere.

Tutto l’anno, invece, ci sono traghetti dal porto Rossaveal, nella Contea di Galway.

Se volete vedere le isole Aran dall’alto, ci sono piccoliaerei della compagnia Aer Arann che partono dall’aeroporto di Connemara e in 10 minuti di volo  potrete godere di una vista mozzafiato. Il volo costa circa 40 euro.

Come esplorare le Isole Aran

I traghetti che partono da Doolin sono piccole imbarcazioni che trasportano solo passeggeri e, se c’è spazio disponibile, anche le biciclette. Non c’è modo di saperlo con anticipo quindi preparatevi a dover lasciare bici e bagagli al parcheggio del porto.

Noi, non avendo pianificato di rimanere a dormire sulle isole, abbiamo lasciato le bici in custodia alla biglietteria del porto.

La bicicletta rimane il mezzo migliore per esplorare queste piatte rocce in mezzo al mare quindi considerate di noleggiarne una al vostro arrivo sulle Isole Aran (risulta possibile solo a Inisheer ed Inishmore).


Inisheer, la più piccola delle Isole Aran

Isole Aran

Vista dal drone su Inisheer

Durante il nostro viaggio in bicicletta in Irlanda abbiamo visitato la piu piccola delle Isole Aran, l’isola di Inisheer. È la seconda per popolazione, con circa 260 abitanti che vivono qui tutto l’anno. Il suo nome in lingua irlandese è Inis Oirr, mentre prima ancora si chiamava Inis Oirthir. Il centro principale dell’isola è Fromna, dove potrete amminare le tipiche abitazioni con il tetto di paglia.

Arrivati al porto, almeno durante i mesi estivi, vi verranno offerte diverse attivita: noleggio biciclette, visite guide e, quella che ci e sembrata piu simpatica, un tour dell’isola su un carro trainato da trattore guidato da un simpatico locale che a quanto pare porta sempre un berretto di lana.

L’isola e davvero piccola quindi potete girarla tranquillamente a piedi anche se, come già detto, la bicicletta è sempre il mezzo migliore, anche se dobbiamo dire che i prezzi del noleggio non ci sono sembrati molto economici.

Incamminandovi verso est, a sinistra del porto, incontrerete una bella spiaggia dove, tempo permettendo, e se non temete l’acqua non proprio calda, potete fare un bel bagno. Pare che in passato ci fosse anche un campeggio, ora chiuso. Un cartello indica in divieto di campeggio ma abbiamo contato almeno 5 o 6 tende sulla spiaggia, chiedete a qualcuno del posto per sicurezza ma campeggiare liberamente non sembra essere un problema.


Cosa vedere ad Inisheer, Isole Aran


Il Castello O’Brien (Caislean Ui Bhriain)

Subito sopra la spiaggia della quale abbiamo parlato poco fa, potete incamminarvi verso l’O’Brien’s Castle, costruito nella seconda meta del Cinquecento su quello che era un forte dell’Età del Ferro. Dal castello avrete una bella vista panoramica dell’isola di Inisheer.


Plassy Shipwreck

Si tratta di ciò che rimane di una nave cargo, qui dagli anni Sessanta, quando gli abitanti dell’isola salvarono l’equipaggio in difficoltà.


Aras Eanna

È il centro di arte e cultura, la programmazione è sempre diversa, include mostre di artisti locali e non ed offre workshop di vario genere. Se avete sempre voluto imparare la creazione di cestini questa potrebbe essere la vostra occasione. Qui sul sito ufficiale potete dare un’occhiata e vedere se c’e qualocosa che fa per voi.


Passeggiare tra i muretti di pietra

I muretti di pietra a secco delle Isole Aran sono il vero simbolo di queste terre e, secondo noi, la cosa più bella vedere. Sono lunghi chilometri e chilometri, e sembrano non essere ancora finiti. Tutte e tre le Isole Aran, infatti, sono rocciose, e la pietra è il materiale principale ed è con questo materiale che gli abitanti, nel corso dei secoli, hanno costruito recinti per gli animali, protetto le coltivazioni dal vento ma anche creato bei muretti per il solo gusto di farlo.

Oggi, l’Isola di Inisheer, ma anche le sue sorelle, sono veri e propri labirinti di roccia, pare che tutte e tre le isole insieme contengano quasi 2800 chilometri di muri. Durante il nostro viaggio in bicicletta in Irlanda, avevamo ancora con noi il nostro drone, ed abbiamo fatto qualche ripresa aerea dei muretti di Inisheer, prima che venisse attaccato da 3 corvi e decidessimo di farlo atterrare in tutta fretta.

Isole aran

Vista dall’alto di Inisheer e del castello di O’Brien

Dove dormire a Inisheer, Isole Aran, qui sotto le offerte disponibili


Inishmaan, la meno turistica delle Isole Aran

Con i suoi 160 abitanti, Inishmaan è l’isola più piccola ed anche quella meno visitata dell 3 isole Aran, ma questo non significa che non abbia niente da offrire. Al contrario, il fatto di non essere una meta turistica la rende già speciale di per sè.

Così come per Inisheer, una delle principali attrattive sono i muretti a secco in pietra che creano un paesaggio davvero strano e suggestivo. Ma ad Inishmaan, con la pietra, sono stati creati anche due imponenti forti, risalenti al IV secolo d.C., uno di forma ovale ed uno rettangolare.

Il porto di Inishmaan si trova nella parte settentrionale dell’isola, a Rathreagh, poco distante dall’aeroporto, da qui parte anche l’unica strada che vi porterà a circumnavigare l’isola. Per quanto ne sappiamo non esistono noleggi di biciclette sull’isola, contribuite nei commenti se avete diverse informazioni. Inishmaan è comunque un’isola di piccole dimensioni e può essere tranquillamente girata a piedi.


Cosa vedere ad Inishmaan, Isole Aran


Dún Chonchúir

Questa imponente fortezza precristiana in pietra di forma ovale offre una fantastica vista panoramica dell’isola di Inishmaan e del mare. Purtroppo non si trovano molte informazioni sulla storia di questa struttura, probabilmente una visita alla biblioteca locale potrà aiutare i più curiosi.


Dún Fearbhaí

Dún Fearbhaí è il secondo forte in pietra di Inishmaan, di forma rettangolare e risalente al 4 ° secolo d.C. Non si sa molto della sua storia, contiene due pareti e una terrazza costruita su un ripido pendio che si affaccia sulla baia di Galway.


Il gioco del Céad

Se per caso vi trovate ad Inishmaan il giorno di San Patrizio non potete non vedere il Céad, gioco tradizionale dell’isola che viene giocato da soli uomini e solo una volta l’anno.


Synge’s Cottage 

Sull’isola di Inishmaan c’è il cottage del famoso drammaturgo John Millington Synge, che a quanto pare trovò qui l’ispirazione per diverse delle sue opere. L’abitazione è stata recentemente ristrutturata ed è visitabile.

Isole Aran cosa vedere

La fortezza ovale di Dún Chonchúir, risaltente all’età del ferrp

Dove dormire a Inishmaan, Isole Aran

Al momento in cui scriviamo non esistono campeggi ufficiali sull’isola ma è possibile chiedere agli abitanti del luogo di poter piantare la tenda nel loro giardino lasciando un piccolo contributo. Tenete presente che l’acqua proviene dall’impianto di desalinizzazione che funziona grazie alle pale eoliche ma spesso c’è carenza d’acqua quindi non eccedete nel consumo.

Nel centro dell’isola ci sono 4 guest house, una delle quali è anche un ristorante.


Inishmore, la più grande delle Isole Aran

Con i suoi 850 abitanti, Inishmore è la metropoli delle Isole Aran. Negli anni si è affermata sempre più come una delle mete preferite dai turisti irlandesi e non solo, è possibile noleggiare una bicicletta per gironzolare l’isola o aderire ai tour organizzati (di solito si tratta di carrozze trainate da cavalli).

È inoltre meta degli amanti dell’arrampicata ed ogni anno viene ospitato qui un evento che fa parte della Red Bull Cliff Diving World Series, ovvero tuffi da altezze comprese fra i 26 ed i 28 metri.

Il principale centro abitato sull’isola é Cill Rónáin, o Kilronan, dove potete trovare negozi di generi alimentari, l’ATM e diversi alloggi.


Cosa vedere a Inishmore, Isole Aran


Dún Aonghasa

Situato nella parte occidentale dell’isola, Dún Aonghasa è certamente la principale attrazione di Inishmore, oltre ad essere un sito di particolare rilevanza archeologica. Non si sa esattamente quando questo forte in pietra sia stato costruito ma alcuni scavi hanno stabilito che ha circa 3000 anni. Si tratta di muri a secco molto spesso costruiti in maniera concentrica. Il forte offre anche una bellissima vista sulla scogliera.


Dún Dúchathair

Un’altro forte in pietra, detto il forte nero, che potrebbe essere stato usato sia come struttura difensiva sia come struttura cerimoniale. Anche lui risalente all’età del Ferro, Dún Dúchathair si trova nella parte meridionale di Inishmore.


La scogliera di Inishmore

Ci sono diversi punti panoramici e di una certa epicità lungo la scogliera di Inishmore, uno di questi è Na Poill Seideáin, gransi buchi nella scogliera che creano uno spettacolo quando le onde si infrangono nella sottostante grotta. La punta più meridionale dell’isola è anche quella più selvaggia ed affascinante.


Dove dormire a Inishmore, qui sotto la mappa di ostelli e guest houses


Siete interessati ad un viaggio in bicicletta lungo la Wild Atlantic Way, qui il nostro itinerario

Vorreste fare un tour del nord Europa? Potrebbe interessarvi anche leggere:

Inghilterra, il percorso ciclabile del Parco Nazionale South Downs Way

La Norvegia in bicicletta, consigli, itinerario e guida di viaggio

Finlandia: dalla Lapponia ad Helsinki in bicicletta

Estonia: la più bella delle Repubbliche Baltiche

Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media
Disclosure: Some of our articles may containg affiliate links, that means we might receive a small percentage compensation if you purchase one of the linked product whitin a ceratin time frame. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.