Stanforth Bikes Best for Touring

Cycloscope are proud users of the best touring bikes in the world

Recensione delle bici Stanforth Kibo Dirt Drop - sono le migliori per il cicloturismo?
Handling and Comfort93%
Strength and Durability95%
Components97%
Price91%
Versatility80%
Look95%
92%Punteggio totale

stanforth bikes recensione

Una recensione approfondita della bici Stanforth Kibo Dirt Drop dopo un giro di prova di 8.000 km in 14 paesi

Quando la mia amata bici ormai ottantenne è morta in Laos, avevo bisogno di trovare una nuova bici da viaggio per il mio tour mondiale, e sapevo che non sarebbe stato facile sostituire una bici come la mia. Avevo bisogno di qualcosa di altrettanto speciale, così ho iniziato a scavare nel mondo delle biciclette su misura. In quel momento, ho scoperto le Stanforth Bikes e mi sono subito innamorato dell’elegante design.

Siamo rimasti colpiti dalla geometria del telaio di Stanforth Kibo e dalla scelta dei componenti, per non parlare di quanto siano belle. Così abbiamo deciso di pedalarle in Europa per 5 mesi. Questa è la nostra recensione, non vediamo l’ora di usarle in Africa e in Sud America nei prossimi anni.


Siete interessati alle bici da cicloturismo fatte a mano? Leggete anche

the top 35 custom frame-builders in the world

the best custom touring bicycles from the USA


La compagnia

Le biciclette Stanforth sono una compagnia individuale, Simon Stanforth progetta i telai e quindi personalizza la geometria per le misure del ciclista, gestisce personalmente gran parte del customer care in modo che tu possa conoscerlo personalmente se acquisti una bicicletta Stanforth.

Tuttavia, Simon non è un artigiano di telai, la maggior parte dei suoi telai sono prodotti a Hove dal quasi leggendario Lee Cooper, uno dei migliori costruttori dal 1984.

Abbiamo intervistato Simon qualche tempo fa, quindi controlla questo articolo se vuoi saperne di più sull’uomo dietro al marchio


Disclaimer – la nostra relazione con Stanforth Bikes

Potresti aver notato alcune pubblicità di Stanforth Bikes sul nostro sito, chiariamo. Abbiamo ricevuto due biciclette Kibo da Simon, ciò che gli abbiamo dato in cambio sono immagini, annunci e tag sui nostri profili social, senza soldi in cambio.

Abbiamo scelto Stanforth tra le altre opzioni disponibili perché si adattano al nostro stile di guida e sono esattamente ciò che cerchiamo in una bicicletta da turismo, almeno per ora. Questa recensione è la nostra opinione onesta e imparziale, basata su un giro di 8.000 km che abbiamo fatto nell’Europa settentrionale e centrale tra l’estate e l’autunno del 2018.


Stanforth Bikes – i modelli di base

Attualmente Stanforth offre 3 modelli base, Skyelander, Stanforth Conway e Kibo Expedition. Ciascuno di questi modelli ha variazioni di base (ad esempio Kibo Dirt Drop, Kibo + e Kibo Rolhoff). Dopo aver scelto uno di questi set, inizia la vera personalizzazione, quasi tutto è possibile, dalle modifiche delle componenti alle modifiche geometriche.

La Stanforth Kibo Expedition è il modello da turismo, con un telaio più robusto, progettato per trasportare carichi pesanti e gestire qualsiasi tipo di terreno.

Lo Skyelander si ispira a un classico stile randonneur, ideale per escursioni di media difficoltà, nonché per un uso quotidioniano.

Lo Stanforth Conway è il modello tourer leggero, progettato specificamente per il ciclista endurance Sean Conway e il suo record-breaking expedition, una corsa di 3890 miglia autosostenuto, dal Portogallo alla Russia in 25 giorni. Questo modello è deale per il set up di bikepacking.

In questa recensione parleremo della nostra esperienza con Kibo Expedition nella sua versione Dirt Drop, anche se diremo qualche parola sugli altri modelli alla fine dell’articolo.

Stanforth Bikes recensione

Stanforth Kibo Expedition – la nostra recensione

La Kibo è la bici da touring di Stanforth, una bici con ruote 26″ progettate per trasportare carichi pesanti, per lunghe distanze, su ogni tipo di terreno. Ci sono quattro modelli base: Kibo, Kibo +, Kibo Dirt Drop e Kibo Rohloff:

  • Il Kibo è il primo modello con barre di sollevamento ampie di 620 mm
  • Il Kibo + è lo standard di Kibo con alcuni extra. Questi includono la guarnitura XT, i mozzi XT e i freni V-XT
  • Kibo Dirt Drop è la versione dropbar
  • Il Kibo Rohloff può ospitare il famoso e amato Rolhoff 

Come tutte le bici Stanforth, il Kibo può essere personalizzato in base alle proprie esigenze, dal cambio al manubrio, dalla pipa ai freni e persino alla geometria.

I telai Kibo sono realizzati in acciaio Reynolds 631 temprato ad aria e sono assemblati con il più alto grado di abilità e cura per massimizzare la forza.

I componenti sono di prim’ordine, selezionati con cura per le spedizioni in bicicletta. Includono parti di qualità di Nitto, Velo Orange, Shimano, Paul Components e Brooks.

kibo dirt drop

Kibo Dirt Drop

Abbiamo scelto di utilizzare il Kibo Dirt Drop perché abbiamo grandi progetti. Questa è una vera bici mondiale e non ha paura di nulla, esattamente ciò di cui avevamo bisogno per continuare il nostro giro del mondo. Il manubrio è una scelta personale, non ne esiste uno migliore per i tour, ma solo quello con cui ognuno si trova meglio. Il telaio può comunque ospitare la maggior parte dei manubri da touring, puoi trovare ispirazione qui. 

Il Kibo Dirt Drop è equipaggiato con la catena e il deragliatore posteriore Shimano XT, le leve Tektro RRL SR, le leve cambio Dura Ace e le barre antigoccia Nitto con trattamento termico, rifinite con nastro a barre molto confortevole.

Le ruote, il secondo componente più importante per le bici da cicloturismo dopo il telaio, sono costruite a mano; 36 raggi in acciaio inox collegano i cerchi Rigida Sputnik con i mozzi Deore XT, sicuramente due ruote robuste.

I freni possono essere scelti tra cantilever Tektro CR710 a profilo stretto, cantilever da turismo Paul Components, freni V-Brake Shimano Deore XT o freni a disco meccanici TRP Spykes.

Per quanto riguarda le gomme, abbiamo optato per il nostro collaudato e amato Schwalbe Marathon Plus Tour, ma anche Marathon Mondials e Continental RaceKings sono un’opzione.

stanforth telaio lee cooper

La geometria della Stanforth Kibo – Telaio e Forcella

La geometria e i materiali del telaio sono fondamentali nel mondo della bicicletta. Il telaio è senza dubbio la parte più importante di qualsiasi bicicletta, e questo è particolarmente vero per le biciclette da turismo, pensate per pedalare a pieno carico su qualsiasi superficie.

Materiali e artigianalità

Il telaio Kibo è costruito a mano nel Regno Unito utilizzando il calibro più forte della qualità d’acciaio britannico Reynolds 631 temprato ad aria per il triangolo principale. Le altre parti sono Reynolds 525 e le forcelle Reynolds 631.

Tutti i telai e le forcelle Stanforth sono saldati per una maggiore durata, sebbene su Kibo siano disponibili versioni con brasatura del raccordo. I telai sono verniciati a polvere doppia in nero, British Racing Green o Ash Green, una grande varietà di colori personalizzabili è disponibile per un supplemento di 50GBP.

Il livello di dettaglio e precisione nella finitura è notevole, fa davvero risaltare la bici se paragonata alle bici da turismo prodotte in serie come Surly o Genesis. Il marchio e il modello sono incisi nel telaio in colori coordinati, il risultato estetico finale è quello che mi piace definire un “elegante carroarmato”.

Geometria

Anche se ci sono lievi differenze geometriche tra le quattro varianti di base di Kibo, alcuni fondamentali rimangono gli stessi. La lunghezza del fodero è fissata a 467 mm mentre la forcella rimane a 55 mm, un po’ di più sui telai di piccole dimensioni; queste due misure contribuiscono a un passo lungo.

In poche parole, questo tipo di geometria crea una bici più stabile, evitandole di dimenarsi sotto carichi ad alte velocità, l’interasse ha una grande influenza sulla stabilità longitudinale della bici, insieme all’altezza del centro di massa della bici e del ciclista combinati.

Cosa significa questo? Significa che la bici è solida come una roccia, la si sente quasi ancorata al suolo, inoltre ha una sorta di ammortizzazione naturale, un effetto simile a una sospensione che rende lo shock della ruota al corpo del pilota in un modo molto più delicato rispetto a quello rigido e alla geometria nervosa di una Cinelli Hobo.

Il Kibo Dirt Drop ha un tubo orizzontale più corto mentre Kibo, Kibo + e Kibo Rolhoff sono in due versioni, una per un attacco anteriore con un cannotto da 1 1/8 “senza filettatura e l’altra con un cannotto da 1”, la differenza è solo un tubo superiore inclinato nella versione anteriore per aumentare lo spazio di standover.

La forcella potrebbe quasi essere definita “pigra” con il suo rastrello da 55 mm che rallenta la velocità di sterzata aggiungendo comfort e stabilità. La finitura delle forcelle le rende vere bellezze. Le misure disponibili sono 19″, 20″, 21″, 22″ e 23″, anche se è possibile organizzare altre misure o ritocchi.

Componenti aggiuntivi – Instradamento cavi, portaborraccia e simili

Il telaio e le forcelle hanno gli attacchi per tre portaborraccia, uno anteriore basso e un portapacchi posteriore, oltre ai parafanghi. I cavi sono instradati all’esterno del telaio attraverso sporgenze saldate con precisione.

Come la maggior parte delle bici da turismo, il gancio del deragliatore è integrale, integrato nel telaio. Questo ha perfettamente senso, dal momento che l’acciaio può essere piegato, saldato e riparato … ma cosa succede se si rovina la filettatura? Maggiori informazioni su questo argomento nella sezione “Problemi sulla strada”.

Our Thoughts

A work of art and design. The ideal touring frame for our tastes and purposes

I Cockpits di Kibo

Il Kibo Dirt Drop è dotato di barre RM-013 Nitto Dirt Drop trattate termicamente, materiale di alta qualità. A nostro parere sono molto comode, con la loro lievissima ascesa dalla zona delle pinze alle rampe e il nastro manubrio ammortizzato Profile Design, anche se, a ben vedere, mi sarebbe piaciuto un manubrio un po’ più largo.

Le leve del cambio sono Dura-Ace con cambio bar end, che abbiamo amato molto. Molto preciso e affidabile sia quando impostato su indicizzato (index) sia su controllo di attrito (friction), il passaggio tra i due può essere fatto in un modo abbastanza semplice anche durante la guida.

Le leve del freno sono leve TRP RRL SR in lega forate. I cappucci sono piatti e strutturati, offrendo grande comfort e aderenza.

La pipa che abbiamo scelto noi è in alluminio forgiato AL6061-T6 di Zenith, mentre per chi preferisce altri modelli, Stanforth propone il Nitto Technomic Deluxe Tallux. La lunghezza orizzontale è di 80 mm ma su richiesta sono disponibili anche 100 mm e 110 mm.

Kibo, Kibo + e Kibo Rolhoff montano barre riser in doppia lega da 620mm, ma possono essere migliorate (al costo di 42GBP) alla barra Jones Loop, al montante in Nitto trattato termicamente o alla barra in stile farfalla Nitto. Le opzioni della barra possono essere trovate qui. Le leve del cambio sono le eleganti e precise Microshift.

Our Thoughts

Raiser bars are not exactly the most versatile choice for touring, we would replace them with straight bars with bar ends or something butterflyish. The drops are very comfortable but a bit more width would have given easier handling over front-wheel loads

Trasmissione

Pedivelle e deragliatori sono Shimano Deore XT, con l’ulteriore vantaggio della disponibilità di ricambi e assistenza mondiale garantita da Shimano. Accoppiati ai comandi Dura Ace, la Kibo salta tra ingranaggi lontani con stile fluido e silenzioso.

La tripla catena 22-32-44 Deore XT combinata con la cassetta 11-34 è tutto ciò che serve per scalare anche su una strada più ripida a pieno carico, una gamma di marce enorme .

Our Thoughts

Top-notch. Gearing is ideal for all terrains and slopes, Shifting is smooth and precise

 

Le ruote

Come ho già detto, le ruote sono la seconda componente più importante di una bicicletta da turismo. Sono il punto di contatto con il terreno, trasportano tutto il carico e sopportano tutte le sollecitazioni date dal manto stradale.

Le ruote forti sono un must per viaggiare in bicicletta, e non possiamo essere più contenti delle nostre. Le Ryde Andra I 26″ sono famose per essere i cerchi più resistenti in circolazione. Stanforth opta per la versione a 36 raggi, più raggi più forza.

Inoltre, tutte le ruote della Stanforth Bike sono costruite a mano in Inghilterra, il che le rende più forti di quelle industriali (quando il costruttore di ruote sa cosa sta facendo). I mozzi Shimano Deore XT M780 sono sigillati per tenere fuori fango e sporcizia. In effetti, quando abbiamo aperto gli hub per la pulizia dopo aver girato quasi tutta l’Europa, erano ancora piuttosto incontaminati.

Abbiamo pedalato molte strade sterrate durante il nostro test di 5 mesi, anche alcune single track sconnesse a pieno carico (leggi la nostra esperienza sul South Downs Way in Inghilterra). Inoltre le bici sono state caricate brutalmente su diversi autobus e treni e non abbiamo mai dovuto regolare la tensione dei raggi o impazzire nel cercare di allineare le ruote (cosa che spesso eravamo costretti fare con le nostre vecchie biciclette).

I pneumatici sono i Marathon Plus Tour 26 x 2.0″, i Marathon sono la scelta della maggior parte dei viaggiatori in bici per la loro quasi divina resistenza alle forature, infatti non abbiamo mai bucato nell’intero viaggio europeo di circa 7000 chilometri.

I due pollici di larghezza assicurano grip e comfort anche su terreni accidentati, maneggiando con facilità ghiaia sottile e profonda o con sassi e dossi, il carico massimo delle ruote (bici, pilota e bagaglio) è di 130 kg.

L’ampio spazio per i pneumatici consente una larghezza fino a 2,3″ o addirittura 2,4″ se si rinuncia ai parafanghi, cosa che noi non consigliamo.

Our Thoughts

Can't ask more. These are the perfect wheels for expedition bicycle touring
Stanforth bici freni

Si, è la nostra Stanforth Kibo quella laggiù

I freni della Kibo

Simon Stanforth ha fornito le nostre due bici di due diversi gruppi di freni per scopi turistici. La Kibo di Elen ha i cantilever Tektro CR710 mentre Daniele monta V-Brakes Shimano Deore. Onestamente, non abbiamo riscontrato differenze evidenti nel fermare la potenza, ma tendiamo a preferire i V-Brakes per la facilità con cui si smontano e montano le ruote.

È anche possibile un’opzione di upgrade ai cantilever di Paul Components Touring o ai freni a disco (TRP Spykes). La bici però si ferma molto velocemente anche su discese ripide quindi non pensiamo sia necessario nessun upgrade. 

Our Thoughts

The bike brakes quickly even when fully loaded. We prefer V-Brakes to Cantilever
cycloscope bici stanforth

La Kibo ha 3 portaborraccia inclusi

Accessori inclusi

La sella è la più personale delle scelte, ma sorprendentemente molti viaggiatori a lungo termine sono d’accordo su una sella in particolare. Le Stanforth Kib, infatti, montano la sella da turismo più popolare di tutti i tempi: la sella da spedizione Brooks B17. Più chilometri fai e più diventa confortevole.

La serie sterzo è Tange Seiki Technoglide 1 1/8″ e Tange Seiki Levin 1″.

I parafanghi sono i flessibili SKS black Chromoplastic 55mm, hanno anche subito molti piegamenti e sono sempre tornati in forma (applicando alcune torsioni quando necessario).

I portapacchi anteriori e posteriori sono Tubus, i più popolari tra i viaggiatori in bicicletta, in particolare il Tubus Tara Black Tubus sul lato anteriore e il Tubus Cargo sul retro. I rack Tubus sono realizzati in acciaio inossidabile e sono garantiti 10 anni dal produttore tedesco.

Pedali e cavalletto sono l’unica scelta di componenti che non ci soddisfa a pieno. I pedali Touring VP sono troppo piccoli e scivolosi per essere considerati pedali leggeri da cicloturismo. Sono d’accordo sul fatto che abbiano un bell’aspetto ma troppe volte abbiamo entrambi rischiato un incidente per aver perso la presa sul pedale, li sostituirò al più presto con pedali flat come questi o questi.

Per coloro che vogliono il cavalletto, Stanforth propone il Velo Orange Double Leg ma nella nostra esperienza ne sono falliti due in 5 mesi. Ammettiamo di aver caricato molto le nostre bici, considerando che stavamo trasportando un enorme packraft ciascuno, ma onestamente il Velo Orange non è all’altezza di un lungo viaggio, quindi non è la scelta giusta per una bici come la Kibo. Stiamo discutendo di questo con Simon, probabilmente proveremo un Ursus. Controlla questo articolo per un confronto dei migliori cavalletti da cicloturismo

Our Thoughts

Saddle and mudguards are perfect for the job. Kickstand and pedals are not ideal

 

 
 
 
 
 
Посмотреть эту публикацию в Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Some roads require to look behind you . Cycloscope.net . #bicycletouring #cycling #stravacycling #cycletouring #roadslikethese #wymtm #baaw #worldbybike #bikewander #worldstar #travel #bikepacking #wymtm #wanderlust

Публикация от Cycloscope (@cycloscope_globecycling)

Pedalare una Kibo – la nostra esperienza

Quando ci siamo seduti per la prima volta sulle nostre Kibo, la maneggevolezza ci è sembrata un po’ lenta e rigida; certamente non può avere la giocosità di una gravel. Una volta che le abbiamo caricate però, siamo rimasti scioccati e divertiti. L’acciaio prende il carico in modo perfettamente naturale.

Con il peso sulla bici diventa così stabile che a volte guidare senza mani diventa troppo allettante, tutta la rigidità è sparita, sostituita da un incredibile senso di comfort e ammortizzazione.

Nelle discese, la bici rimane ancorata a qualsiasi superficie, dal momento che la geometria e le grandi gomme possono appianare e mantenere le loro tracce anche su percorsi più tecnici.

È stato bello pedalare da Brighton, dopo tanti mesi di vita sedentaria in Cina, potendo facilmente spingere i nostri 55 kg ciascuno su pendenze del 12% senza nemmeno ricorrere alla marcia più leggera. Non abbiamo quasi mai avuto difficoltà a scalare nulla, anche Elena, che notoriamente ama spingere la sua bici in salita, o almeno molto raramente.

Le strade più difficili che abbiamo pedalato erano probabilmente le South Downs Way e la seconda sezione della Rallarvagen. Abbiamo rinunciato al South Downs perché onestamente non si può fare con una bici carica, ma è stato fantastico sulla Rallarvagen, abbiamo dovuto camminare solo le sezioni più rocciose.

Quando finalmente abbiamo rispedito a casa le nostre barche le cose sono diventate molto più semplici, ci siamo divertiti a scalare i monti Tatras in Slovacchia  e le Alpi in Austria ed Italia.

cycloscope problemi strada

Problemi sulla strada

Siamo felici di dire che quasi non abbiamo avuto problemi con le nostre Kibo, le ruote non hanno mai avuto bisogno di essere toccate, il cambio non ha richiesto alcuna messa a punto, non abbiamo mai bucato e nel complesso abbiamo appena sostituito i pattini dei freni. Ci sono stati alcuni problemi con i Crosso Panniers su Tubus Racks ma questo non ha nulla a che fare con la bici.

Abbiamo avuto un gran mal di testa, per il quale incolpiamo soprattutto noi stessi ma che vale la pena menzionare: quando abbiamo rimesso insieme le bici dopo aver volato dalI’Irlanda in Norvegia abbiamo incasinato il deragliatore. Fondamentalmente, siamo stati abbastanza stupidi da provare ad avvitare il deragliatore nel modo sbagliato, così abbiamo rovinato la filettatura … chiaro vero? Come abbiamo risolto questo problema? Siamo stati fortunati a trovare un mago …

Altri problemi minori sono stati i fallimenti multipli del cavalletto e il morsetto del sit-post che si è consumato e non staa mantenendo la posizione … Simon Stanforth ha in programma di sostituire entrambi questi componenti.

cycloscope Irlanda

Cycloscope e le Stanforth Kibo in Irlanda

Conclusioni

Una Kibo è pensata per cavalcare il mondo, per perdersi con il suo cavaliere in aree remote e selvagge; portare tutto il necessario per auto-sostenersi nella natura e farlo per molti anni, anche una vita.

Kibo non è certamente la scelta giusta per il tourer occasionale / leggero, questo tipo do viaggiatori starebbero meglio con uno Skyelander o una Stanforth Conway (quasi una gravel) ma se la spedizione è ciò che stai pensando di fare, pochissime bici possono reggere il confronto con un Kibo.

Naturalmente, anche tra i viaggiatori di lungo corso, ci sono stili diversi. Alcuni preferiscono le bici più reattive, come Cinelli Hobootleg, altri preferiscono guidare una 28″ come la Bombtrack Expedition, altri non hanno il budget per un impianto hi-end come lo Stanforth Kibo.

Per il nostro stile di touring (a lungo termine, remoto, a pieno carico) pensiamo sicuramente di aver trovato la bici dei nostri sogni.

cycloscope Stanforth in andoya Norvegia

cycloscope e le bici Stanforth ad Andoya – Norvegia

Prezzi e modalità di acquisto

Per una bici completa con componenti di prim’ordine, il Kibo ha un prezzo ragionevole. Prova a trovare qualcosa fatto a mano e con caratteristiche simili a un prezzo inferiore. La versione Ahead viene completamente costruita a £ 2,295, la versione Quill per £ 2,250. La versione Rolhoff arriva a 3.200 GBP.

Se ne vuoi acquistare una o hai delle domande, puoi contattare Simon Stanforth tramite il Stanforth Bikes Website e discutere dei tuoi bisogni e desideri personalizzati.


Cerchi qualcosa di più economico?

le 21 migliori biciclette da turismo a meno di 900 euro

18 bici da cicloturismo a meno di 2000 euro

Le vuoi gratis?

Come trasformare un pezzo di spazzatura in una bicicletta da turismo


Kibo Dirt Drop – Specifiche complete

Frame & ForkLugged frame hand built in England. Reynolds 631 main frame, Reynolds 525 stays. Reynolds 631 fork. Quill & ahead versions available - N.B. horizontal top tube on quill version & sloping top tube on the ahead
HeadsetThreaded for quill - Stronglight A9 alloy 1". Threadless for ahead - Tange Technoglide J27 1 1/8"
ShiftersShimano Dura Ace 9 speed bar end shifters (friction/index)
DerailleursShimano Deore XT
ChainsetShimano Deore XT triple 9 speed 44/32/22
CassetteShimano HG50 9 speed 11-34
BrakesBlack Tektro CR710 cantilevers, Deore V brakes or TRP Spykes disc brakes
LeversTRP drilled hole RRL SR (or TRP if choosing V brakes or discs)
Rims26" 36h Ryde Andra (all wheels are hand built)
HubsShimano XT hubs 36h black or dynamo hub upgrade
TiresSchwalbe Marathon Plus Tour 2.0" or Continental Race Kings 2.0"
StemAhead: Zenith A-head 80mm (other lengths available).
Quill - Nitto Technomic Deluxe Tallux 80mm
BarsNitto heat treated dirt drop RM-013 48cm bars
SaddleBrooks B17
TapeProfile Design cushioned Drive bar tape
PedalsVP Touring
Sizes19", 20", 21", 22", 23"
RacksBlack Tubus Tara lowrider on the front and Tubus Cargo on the rear
Mudguard optionSKS black Chromoplastic 55mm

Stanforth Conway recensione

Stanforth Conway

Qualche parola sulla Stanforth Conway

Simon di Stanforth Bikes e il famoso avventuriero e scrittore inglese Sean Conway si conoscono da alcuni anni. Sean ama le bici d’acciaio e il tour veloce, avendo pedalato il mondo su una bici d’acciaio nel 2012. Simon è stato un grande fan delle avventure di Sean nel corso degli anni, in particolare dei suoi tour in bici di lunga distanza.

Una collaborazione che ha portato alla creazione di una bici che ha soddisfatto le esigenze di Sean: “deve essere in acciaio, relativamente leggera per un tourer, in acciaio, robusta, in grado di trasportare borse, con freni a disco, una buona distanza dei pneumatici e ritmo… ”

Passa un anno e tre prototipi, poi test, messa a punto e rimessa a punto; la Stanforth Conway è nata come una bicicletta rigida, agile e veloce, perfetta per il bikepacking su percorsi tecnici. Sean Conway è riuscito nella sua spedizione record.

Lo Stanforth Conway è un po’ più costoso del Kibo a £ 2.795

stanforth-skyelander-review

Stanforth Skyelander

Alcune parole sullo Skyelander

Stanforth Skyelander è la versione 700 o 650b del Kibo, anche se la geometria presenta alcune differenze. La più evidente è il fodero corto da 10 cm e quindi il passo più corto. Lo Skyelander 650b ha una traiettoria da metà a bassa per un carico frontale moderato, è più un randonneur che un fuoristrada, sebbene abbia spazio per le gomme da 45 mm.

Una versione personalizzata di Skyelander 650b ha vinto il premio 2018 Cycling UK Touring Bike Choice al Bespoked UK Handbuilt Bike Show.

Lo Stanforth Skyelander è il più economico della gamma Stanforth a 2.195 sterline per una bici completa.


Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media
Disclosure: Some of our articles may containg affiliate links, that means we might receive a small percentage compensation if you purchase one of the linked product whitin a ceratin time frame. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.