Breve punto sui nomadi in Kazakhstan, cosa ne rimane dopo Stalin 5
Kyrgyzstan_Song Kul

Breve punto sui nomadi in Kazakhstan, cosa ne rimane dopo Stalin

Ultimo aggiornamento:
Nomadi Kazakh in Xinjiang
Nomadi Kazakh in Xinjiang

Prima di pedalare in Kazakhstan, ci siamo chiesti: ci sono ancora nomadi Kazakh nelle steppe? O l’Unione Sovietica li ha completamente estinti?

Sotto il governo di Stalin, tra il 1928 ed il ’31, i nomadi kazaki, che costituivano la maggior parte della popolazione, avrebbero dovuto essere forzati a diventare coltivatori.

Secondo i dati dei censimenti della fine degli anni ’30, 1,5 milioni di nomadi, più di un terzo della popolazione kazaka, era morto, mentre altri centinaia di migliaia erano rimasti in Cina, in Siberia e nelle altre regioni in cui erano fuggiti.In due anni, tra 1931 e 1933, la popolazione del Kazakhstan era diminuita di più di 2 milioni di persone (su una popolazione totale di 6,5 milioni). La maggior parte di loro si erano spostate in cerca di cibo, e morirono in gran parte prima di giungere alle città più vicine, o cercando di guadare fiumi o di attraversare catene montuose.

Spesso le amministrazioni di tali regioni facevano di tutto per sbarazzarsi di questi profughi arrivando ad organizzare delle ri-deportazioni verso le regioni da cui i profughi erano fuggiti, condannandoli di fatto alla morte per fame.

Tuttavia, ancora oggi, circa lʼ1% della popolazione del Kazakhstan conduce ancora uno stile di vita nomade. Indagare e
comprendere le antiche tradizioni nomadi e le loro evoluzioni sarà l’obiettivo della nostra esplorazione del Kazakhstan centrale.

Disclosure: Some of our articles contain affiliate links. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running. (as Amazon Associates we earn commission from qualifying purchases)
Nomadi Kazakh in Cina
Nomadi Kazakh in Cina

2017 update

Dopo essere stati due volte in Kazakhstan, non siamo riusciti a trovare nemmeno un nomade che viva oggi nelle steppe Kazache. A parte un paio di yurts finte per turisti, sembra che la cultura nomade sia definitivamente scomparsa. Ma il Kazakhstan é così grande, e alcune aree così remote, che potrebbero esserci ancora famiglie che conducono una vota nomade o seminomade.

Abbiamo invece trovato molti nomadi di etnia Kazakh, molti ancora completamente nomadi, nelle montagne dell’Ovest della Cina, attorno al lago Sayram nella regione dello Xinjiang e sull’alto plateau del Qinghai.

Nomadi Kazakh in Xinjiang
Nomadi Kazakh in Xinjiang, Cina
nomads kazakhstan central asia

Segui il nostro viaggio in giro per il mondo

Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media