Stanforth Bikes Best for Touring

Cycloscope are proud users of the best touring bikes in the world

Urumqi Xinjiang China

Urumqi dal People’s Park

Cose da fare a Urumqi e fatto sapere

sulla capitale dello Xinjiang

Urumqi, capitale delle Regione Autonoma Uyghur dello Xinjiang, può ancora essere considerata una città di medie dimensioni rispetto agli standard cinesi, nonostante i suoi oltre 3 milioni di cittadini. È famosa per essere la città al mondo più lontana dal mare.

La città ha fascino, sotto lo spesso velo dell’inquinamento che la avvolge (simile a Pechino).

Qui abbiamo avuto l’occasione di assistere alle attività dei parchi cittadini cinesi: balli di gruppo, gare di calligrafia e una grande varietà di strani sport. Abbiamo anche assistito in prima persona alla militarizzazione della regione e alla repressione del popolo uiguro.

Andare in bicicletta a Urumqi dal Kazakistan è stato bello per i primi 5 giorni.
Dopo un giro molto bello intorno al lago Sayram, però, non abbiamo avuto altra scelta se non seguire l’autostrada G30, dove siamo stati sorpresi da una sorta di tempesta tossica.
 
Urumqi Uyghur Han

Balli di gruppo ad Urumqi

Vento nucleare e autobus per Urumqi

Buongiorno autostrada G30. C’è un vento incredibile, ovviamente contrario, non possiamo fare più di 7 km orari, anche se siamo in pianura. Dopo un po , il vento inizia a soffiare più forte, sollevando brutte nuvole di polvere. Consideriamo l’opportunità di fare autostop ma dovremmo andare sull’autostrada per tentare. Ora siamo su una strada laterale, un paio di metri più in basso.

Non è un compito facile, dobbiamo trovare un ingresso, salire sul ripido crinale della strada e saltare le recinzioni. Questa parte della strada lungo il deserto è davvero noiosa e anche piuttosto impraticabile con questo vento, vorremmo trascorrere i nostri pochi giorni di Visto per vedere qualcosa di più interessante.

Quindi iniziamo a fare l’autostop, ma qui non siamo in Kazakhstan e ci vuole più tempo. Alla fine si ferma un autobus che va a Urumqi e ci porterà lì per 300 yuan (due persone + due biciclette), siamo d’accordo e saliamo a bordo, e non ce ne pentiamo affatto!

Il vento diventa sempre più forte, portando con sé un’enorme nuvola giallastra che avvolge ogni cosa, non si può più distinguere la terra dal cielo.

Una sorta di inverno nucleare, o almeno come si potrebbe immaginare. Il fetore si sente attraverso le finestre chiuse, siamo in un grande deserto con enormi fabbriche altissime, la strada è piena di sabbia. Onestamente, non vedo il punto di pedalare questo inferno.

Carro armato Urumqi disordini politici xinjiang

un carro armato nel centro di Urumqi. Una delle città più militarizzate della Cina

 

Ostello a Urumqi

Arriviamo ad Urumqi, piove. Troviamo l’ostello, molto carino, costa 40 yuan ciascuno in un dormitorio, non così economico ma qui la maggior parte degli hotel non accetta gli stranieri. In Cina è piuttosto comune, specialmente nelle grandi città in aree sensibili.

Per ospitare un cliente straniero, un hotel deve avere una sorta di permesso speciale che probabilmente é costoso, probabilmente non vale la pena in una zona non proprio turistica come questa. Dopo una bella doccia, andiamo a mangiare in un ristorante vicino.

Un cliente che parla un po’ di inglese ci aiuta ad ordinare. Mangiamo noodles in brodo con uova di quaglia, Daniele prende un mini shashlik (simile agli arrosticini) e fagioli che in seguito si rivelano essere noccioline, e in una quantità enorme, non riesco a finirle perché il mio colesterolo si ribella.

Vita nei parchi pubblici

Il mattino dopo Daniele è colpito da mal di stomaco e quindi restiamo a Urumqi ancora un giorno per cogliere l’opportunità di vedere la città. In realtà, è più bella della prima impressione che abbiamo avuto dal bus.

Attraversiamo alcuni parchi della città, il parco del Popolo, il parco di Hongshan (Red Hill), il parco Nanhu e il parco della Cultura. Qui, per la prima volta, vediamo cosa fanno i cinesi nei parchi:

 1. Danza di gruppo su musica turca, frequentata da tutti i gruppi etnici insieme (sotto gli occhi “vigili” dei militari armati).

2. Ginnastica assurda (ci sono quelli che camminano all’indietro, chi si gratta la schiena contro qualche strumento speciale, o il sedere contro le colonne di cemento).

3. Quindi, c’è un’area in cui i vecchi praticano la calligrafia, scrivendo per terra con pennello e acqua.

4. Altre persone giocano a Xiangqi (scacchi cinesi)

5. Mentre alcuni giocano a tennis con una palla legata alla racchetta da una corda (?).

6. E poi ovviamente alcuni mostri del ping-pong (ogni cinese lo é, secondo i nostri standard europei).

Cose da fare Urumqi

Tempio all0interno del People’s Park ad Urumqi

I disordini etnici tra Uyghur e Han

Passeggiando per le strade di Urumqi, è molto facile rendersi conto del perché questa sia considerata una “zona calda”.
Ci sono soldati dappertutto, anche alcuni carri armati, tutti i parchi o centri commerciali hanno un metal detector che tutti devono attraversare.

Qui, al contrario della campagna dello Xinjiang, la maggior parte della popolazione è composta da cinesi Han (il principale e dominante gruppo etnico cinese). Per raggiungere questo obiettivo demografico, il Partito popolare cinese ha incoraggiato la migrazione del popolo Han, offrendo condizioni fiscali vantaggiose e altri incentivi.

Questa situazione, unita al sentimento giustificato del popolo uiguro, di non essere cinesi, alla repressione delle espressioni religiose e alla mancanza di potere decisionale (tra molti altri fattori), portò la città a un crollo e ad una successiva situazione di perpetua agitazione. Da Wikipedia:

Rivolte del luglio 2009 e successivi disordini

La rivolta cominciò quando la polizia fronteggiò la marcia organizzata per chiedere un’inchiesta approfondita sui fatti di Shaoguan, provincia del Guangdong, durante i quali, il 25-26 giugno precedenti, due uiguri erano stati uccisi in scontri con gli Han. Gli osservatori non sono comunque d’accordo su quale sia stata la causa che ha portato la protesta a degenerare in scontri. Secondo il governo cinese la rivolta era già stata pianificata come tale dal Congresso mondiale degli uiguri,[6][7] organizzazione internazionale di uiguri in esilio che vuole rappresentare questo popolo, sebbene la leader dell’organizzazione, Rebiya Kadeer, sia fortemente contraria all’uso della forza nella sua lotta per l’autodeterminazione.[8] I gruppi uiguri affermano invece che l’escalation di violenze fu causato dell’eccessivo uso della forza da parte della polizia.[9][10]29]

Rimanere un giorno in più a Urumqi è stato interessante, e siamo contenti di essere venuti a vedere questa città di cui abbiamo tanto spesso sentito parlare.

Domani andremo a Turpan, un oasi lungo la Via della Seta, e uno dei più caldi luoghi in Cina.

Urumqi Xinjiang gioco Xiangqi parchi

giocando a Xiangqi ,gli scacchi Cinesi

Leggilo più tardi! Salvalo su Pinterest (scorri il mouse sull’immagine)

Urumqi travel guide

Seguiteci

Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media
Disclosure: Some of our articles contain affiliate links, that means we might receive a small percentage compensation if you purchase one of the linked product whitin a ceratin time frame. This comes at no additional cost for you and helps us keep this website up and running.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.