Doburoku sake Shirakawa Giappone

fiumi di sake scorrono a Shirakawa

Ed eccoci finalmente a Shirakawa, dopo la deviazione che abbiamo dovuto fare ieri causa frana avevamo paura di non farcela. Ma eccoci qui, perfettamente puntuali alle 8 del mattino. Un paio di chilometri prima del centro del paese c’é il punto informazioni e di fronte il templio Shinto.

Shirakawa-go é un luogo molto speciale, uno dei più bei villaggi delle Alpi Giapponesi e forse dell’intero Giappone, se siete più interessati alla città in sé rispetto al festival saltate a e questo articolo sul villaggio di Shirakawa.

Doburoku Matsuri

Matsuri” é la parola giapponese per festival, usato soprattutto per quelli di tipo religioso, ma a volte anche per eventi più profani. Questo festival si celebra dal 14 al 19 Ottobre (almeno quest’anno, il 2016, controllate questo sito per maggiori dettagli sui molti matsuri giapponesi), oggi é l’ultimo giorno.

In questi giorni la gente prega il dio della montagna offrendogli il doburoku sakè chiedendo un buon raccolto.

Giorni diversi, templi diversi, oggi é il giorno del Templio Lijima Hachiman. Alle 9, la cerimonia religiosa inizia all’interno del jinja (come i giapponesi chiamano il templio Shinto), non c’é una grande folla al momento, la celebrazione di questa mattina sembra essere per gli “addetti”, gli organizzatori, i performers e le autorità religiose locali. Il primo doburoku é portato all’altare e vengono recitate alcune preghiere, poi viene versato nelle coppette delle persone e bevuto.

Ma che cos’é il doburoku sakè?

traditional Japanese music at doburoku matsuri shirakawa

the procession begins, traditional Japanese music is played for the god of the mountain

Doburoku sakè

Il doburoku saké é un tipo di vino di riso (sappiamo di cosa é fatto il sake, vero?), é grezzo, non filtrato, denso  denso e bianco. In Giappone é vietato fare il saké privatamente, ma le persone di qui hanno un permesso speciale proprio per via di questa tradizione.

Nonostante il sakè del mattino sia per gli addetto ai lavori appena ci vedono ce lo offrono subito. A volte essere stranieri é comodo. ​E la festa ha inizio…

danza del leone giappone

Due bambini danzano di fronte al leone simulando la lotta.

Shishimai, la danza del leone Giapponese

​Verso le 10 il mikoshi (templietto portatile) viene tirato fuori dal jinja (il templio shinto) ed inizia la processione, musicisti con abiti tradizionali suonano un ipnotico ritmo con flauti, tamburi ed organi a bocca. La prima sosta é nel piazzale del punto informazioni dall’altro lato della strada. Qui inizia la danza del leone, Shishimai.

Due bambini di circa 10 anni combattono il leone con diverse armi. I loro movimenti sono fluidi e armoniosi, una dimostrazione di grandi capacità per dei ragazzini così giovani.

La danza pare essere stata importata dalla Cina durante la dinastia Tang e venne associata alle celebrazioni del compleanno di Buddha. Lo stile della danza varia da regione a regione. Pare ci sino 9.000 varianti.
Oltre ai riti buddisti la danza venne importata nelle cerimonie shintoiste, come in questo caso, ed in occasione della celebrazione del nuovo anno.

La maschera in legno del leone si chiama Shishi-gashira e viene maneggiata da un uomo che fa la parte della testa del leone, Altri uomini dietro a lui sono il corpo del leone e stanno tutti sotto un telo colorato.

costume danza del leone shirakawa giappone

il costume del leone

Fiumi di sake

Nel frattempo un ragazzo con la faccia a banana (uguale ai personaggi degli anime anni 80) continua ad offrirci birra e saké. La processione scivola tra le strette stradine dei dintorni del centro, fermandosi un paio di volte, rifare la danza del leone, prima di fronte ad un altro piccolo templio e poi di fronte alla casa di qualcuno.
Faccia di banana continua nella sua missione di farci ubriacare.

Sono le 11 del mattino e siamo già sbronzi. Per fortuna ci sono due ore di pausa pranzo, ci infiliamo qualche schifezza del 7Eleven nello stomaco sperando di sopravvivere al resto della giornata. Tornati al jinja assistiamo alla cerimonia principale dell’offerta di doburoku al dio delle montagne, tutti i partecipanti, noi compresi, ci sediamo su lunghi tappeti stesi nel cortile del templio. La folla é più numerosa ora, ma é sempre un piccolo festival, solo gente locale o al massimo dei vicini villaggi, inutile dire che, come sempre, gli uniti stranieri siamo noi.

Si pagano 400 yen per avere la coppetta e poi si può bere tutto il sakè che si riesce. Stiamo seduti e delle signore passano a servire il saké di continuo, appena vedono la coppetta vuota corrono a riempirla.

preti shinto Shirakawa Go

preti Shinto

Incontri

Conosciamo Toru, un meccanico che ha vissuto a Vancouver, e chiacchieriamo. Siamo gli unici stranieri e veniamo sempre interrotti da gente che si vuole fare foto con noi. Per accoglierci meglio ci fanno bere più degli altri e secondo quello che per loro é lo stile giapponese: si beve dal piattino mentre la signorina continua a riempirlo senza sosta…

Sul palco ci sono cantori di shirakawa e danze contadine ma tutti sono presi dal saké e nessuno li guarda.
I giapponesi ubriachi fanno cose che mai farebbero da sobri. Uno addirittura mi abbraccia

Mikoshi portable shrine for the God - Doburoku Matsuri

the Mikoshi, the portable shrine for the God pushed by our banana face friend

La serata

Per fortuna ci sono altre due ore di pausa prima della cerimonia serale e andiamo a farci una penichella sulle panchine del centro informazioni. Appena ci ripigliamo andiamo a montare la tenda in un giardinetto dietro il centro informazioni.
Conosciamo un secondo viaggiatore, Koji, lui é di Chiba ed é qui in macchina, dove dormirà anche.

A causa dei prezzi esageratamente alti degli alberghi giapponesi, molte persone dormono in macchina quando viaggiano, non solo giovani ma anche famiglie e coppie anziane. Basta togliere i sedile e mettere un materasso.
Infatti il parcheggio del centro informazioni é pieno di persone che dormono in macchina. Questa é anche una delle ragioni per la quale abbiamo visto un sacco di alberghi abbandonati in Giappone.

Andiamo con Koji a vedere la danza del leone serale, questa é la versione lunga. Si esibiscono su grande tappeto di juta e sia i danzatori che i suonatori sono visibilmente esausti. I bambini continuano a combattere il leone, aggiungendo nuove mosse e tecniche a quelle usate durante la giornata, forse sono un po’ meno stanchi dei suonatori e danzatori più anziani ma il sudore é ben visibile sulla loro fronte. Questa volta la danza dura più di un’ora.

ubriachi Giappone doburoku matsuri shirakawa

i giapponesi sono amichevoli, quando sono ubriachi lo sono ancora di più.

Ad un certo punto arrivano dei tizi con buffi costumi e fanno una parodia della danza mentre i danzatori veri riprendono fiato.
Finita la danza si esibiscono sul palco i ragazzi del paese, tra improbabili karaoke stonati e rifacimenti di sigle di qualche anime a me sconosciuto. Molto divertente. Bella atmosfera di festa di paese.

Siamo passati da Shirakawa-Go durante il nostro tour di tre mesi in Giappone durante il nostro viaggio di due anni in bicicletta in Asia.


Per suggerimenti sul viaggiare in Giappone con un budget veramente risicato (meno di 10 dollari al giorno leggete la nostra guida qui)

Per avere una panoramica del nostro itinerario ciclistico in Giappone in quest’altro articolo trovate l’itinerario.

Commentate e condividete se vi é piaciuto!

Immagine

Doburoku Matsuri photo gallery

Follow us

Stay in touch while we get lost! Follow us on Social Media

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata